Ultimo aggiornamento prezzi: 22 Ottobre, 2020 10:22
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon at the time of purchase will apply to the purchase of this product.

XLS Drena flaconcini funziona? Recensione, opinione e prezzo

- 42% Immagine del prodotto (XLS Drena 10 Flaconcini)
Scrivici cosa ne pensi!
Avvisami quando raggiunge un certo prezzo
×
Notify me, when price drops
Set Alert for Product: XLS Drena 10 Flaconcini (Farma Home) - 11,50€

19,91 11,50

Prezzo migliore farmahome.itFarma Home
Compra al miglior prezzo

XLS Drena è una formulazione che nasce con l’obiettivo dichiarato di favorire un’azione drenante; viene consigliata l’assunzione di un flaconcino di XLS Drena al giorno, dopo la prima colazione, diluendo il contenuto in un bicchiere d’acqua. Utile associare almeno 1.5 litri d’acqua al giorno.

La presenza dei diversi principi attivi contenuti in XLS Drena mi induce a consigliare prudenza in caso di assunzione di altri farmaci, mentre ritengo controindicato l’integratore in caso di concomitante uso di farmaci diuretici.

MinSan: 970378701
EAN: 8004283144132
Flaconcini (Da bere)
Linea XLS
Ultimo aggiornamento il 22 Ottobre, 2020 09:13

XLS Drena flaconcini funziona? Recensione, opinione e prezzo Prezzi

14,90€
22 Ottobre, 2020 10:22
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon.com (Amazon.in, Amazon.co.uk, Amazon.de, etc) at the time of purchase will apply to the purchase of this product.
10 new from 10,95€

Andamento dei prezzi nel tempo

-

Descrizione

Composizione ed ingredienti

Vediamo quali sono gli ingredienti naturali principali di XLS Drena, commercializzato dalla Perrigo e facente parte della linea XLS:

  • estratto secco di Betulla;
  • estratto secco di Gramigna;
  • estratto secco di Pilosella;
  • estratto secco di Ortosifon;
  • estratto secco di Equiseto.

La Betulla o Betula alba è una pianta caratteristica del Nord (Paesi scandinavi). Dal suo legno non resinoso si ricava il carbone vegetale. I principi attivi contenuti nelle foglie e nelle gemme, che sono le parti più utilizzate, sono diversi e comprendono:

  • fino a un 3% di flavonoidi (sostanze antiossidanti) come la quercitina, la rutina, l’iperoside e betuletolo;
  • oli essenziali come il metilsalicilato, dalle proprietà antiinfammatorie;
  • tannini.

In generale la betulla presenta proprietà diuretiche e drenanti, in particolare la varietà Betula pubescens che è indicata in caso di demineralizzazione generale e nei casi di turbe dell’accrescimento;  le si attribuiscono anche attività antisettica, astringente e antigottosa, ma di fatto si tratta nel complesso di usi legati più alla tradizione che non ad un reale riscontro scientifico (l’EFSA non ha autorizzato alcun claim salutistico proprio per questa ragione).

Dal suo fusto si ricava anche la linfa nota proprio come “linfa di betulla” che si può assumere tal quale (è gradevole da bere). La linfa è ricca di tutti i composti sopra citati ed inoltre presenta una buona quantità di oligoelementi, amminoacidi, fruttosio e acido malico. Viene consigliata per il trattamento della cellulite e spesso utilizzata come coadiuvante nelle terapie finalizzate al controllo dell’obesità.

La gramigna (Agropyron repens) è un’erba infestante e molto diffusa. È utilizzata come foraggio per il bestiame e dell’erba vengono usati i rizomi, da cui si ricava un estratto secco ricco di saponine dalle supposte proprietà diuretiche e depurative. Contiene inoltre amido, mucillagini ed un olio essenziale dalle proprietà antibatteriche, oltre a polisaccaridi e sali di potassio.

Si ritiene in grado di lenire le irritazioni in caso di nefriti, cistiti, calcoli renali e renella. Per il suo potere disintossicante è spesso consigliata come trattamento preventivo in autunno e primavera. Si trovano in commercio integratori e fitoterapici a base di gramigna combinata con betulla e ortica. Di fatto purtroppo non esista alcuna evidenza scientifica in grado di dimostrare gli effetti che le vengono attribuiti.

La pilosella (Hieracium pilosella), altro ingrediente chiave di XLS Drena, è una pianta erbacea nativa dell’Europa e dell’Asia del nord; se ne utilizzano tutte le parti, in particolare quelle aeree consentono di ricavare un estratto ricco di flavonoidi (luteoloside in particolare), tannini, acidi polifenolici (acido caffeico e acido clorogenico), curarine, saponosidi tri e sequiterpenici, manganese. È conosciuta come ed utilizzata come diuretico, ma non si trovano studi approfonditi sulla sua reale efficacia.

L’ortosifon (Orthosiphon stamineus, più noto come Tè di Java) è una pianta erbacea originaria del sud-est asiatico molto usata per curare varie affezioni del sistema urinario; si ritiene che sia ragionevolmente sicura ma a questa conclusione, così come per l’effetto diuretico, si giunge più che altro in virtù dell’utilizzo tradizionale.

L’equiseto (Equisetum arvense) è stato usato fin dall’antichità per le sue proprietà diuretiche ed emostatiche e solo recentemente l’attenzione è stata posta anche su una possibile azione rimineralizzante; l’estratto, ricavato dal fusto e dalle foglie, contiene molto silicio organico (XLS Drena nella composizione ne titola esattamente la quantità, aspetto che ne certifica la purezza e la qualità), sotto forma di salicilati idrosolubili, in grado di favorire la formazione di carbonato di calcio (ingrediente principale delle ossa). Il contenuto in acido salicilico contribuisce a dare elasticità ai tessuti e agevola il consolidamento delle ossa.

Oltre al silicio sono presenti anche calcio, magnesio e potassio insieme a flavonoidi (quercitina) e ad acidi carbossilici.

L’equiseto potrebbe esibire anche un blando effetto antiinfiammatorio e/o emostatico dovuto ai salicilati.

Opinioni e pareri: funziona?

L’avete provato? Che risultati avete avuto? Avete dei dubbi? Scrivete tutto nei commenti!

Hai domande? Dubbi? Segnalazioni?

Scrivi di seguito...


 

Composizione

Composizione per singola unità posologica (compressa, capsula, flaconcino, bustina, dose, ...).
Principio attivoQuantità
Betulla1300 mg
di cui Iperoside7.5 mg
Gramigna2300 mg
Pilosella3200 mg
di cui Vitexina0.8 mg
Tè di Giava4200 mg
di cui Sinensetina0.2 mg
Equisetum arvense L.200 mg
di cui Silicio2 mg
  1. Betulla, anche conosciuto/a come Betula verrucosa, Betula pendula Roth
  2. Gramigna, anche conosciuto/a come Elymus repens (L.) Gould, Elytrigia repens, Agropyron repens
  3. Pilosella, anche conosciuto/a come Sparviere pelosetto, Hieracium pilosella, Pilosella officinarum Vaill.
  4. Tè di Giava, anche conosciuto/a come Orthosiphon aristatus (Blume) Miq., Ortosifon, Orthosiphon stamineus Benth, Ocimum aristatum Blume

Controindicazioni e avvertenze

  • Non superare la dose giornaliera consigliata dal produttore.
  • Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano.
  • Per un utilizzo prolungato rivolgersi preventivamente al proprio medico.
  • Conservare il prodotto in un luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce e dalle fonti di calore localizzate, dai raggi solari e dall’umidità.
  • Non utilizzare oltre la data di scadenza.

Efficacia e alternative

Disclaimer: I contenuti seguenti devono essere intesi come trattazione generale riferita a soggetti sani e, dove indicato, espressione del personale parere dell'autore; in caso di specifiche circostanze il proprio medico e/o farmacista possono rilevare esigenze diverse e per questo consigliare in modo appropriato (quando non addirittura indispensabile) l'assunzione di integratori e/o nutraceutici.

Sono in generale poco incline a consigliare integratori drenanti perché, a mio avviso, salvo problemi di salute che richiedono un intervento farmacologico ben più incisivo un’eccessiva ritenzione idrica è in genere suggestiva di uno stile di vita sbagliato.

Il comportamento che con l’impatto maggiore, e contemporaneamente quello che più spesso passa inosservato, è il consumo giornaliero di eccessive quantità di sale, che nell’organismo ha l’effetto di trattenere i liquidi. Il sale si nascone purtroppo in tutti gli alimenti industriali, spesso anche in quelli più insospettabili e apparentemente sani; imparare a leggere le etichette, ridurre quello che si usa per cucinare (sostituendolo con spezie ed altri gusti) e prendere l’abitudine di non portarlo in tavola, consente di godere rapidamente di una sensibile riduzione dei liquidi accumulati.

Accanto a questo è consigliabile:

  • bere almeno 1.5 L di acqua (o bevande non zuccherate) al giorno,
  • praticare attività fisica.

Adottando queste abitudini l’effetto sarà:

  • superiore a quello di qualsiasi integratore,
  • sostenibile sul lungo periodo,
  • di beneficio anche in termini di prevenzione cardiovascolare (la pressione del sangue andrà a diminuire).

Roberto Gindro, laureato in farmacia, PhD


Valutazioni di efficacia basate principalmente sul Natural Medicines Therapeutic Research Center

  • Betulla
    • Spesso citata per un ipotetico effetto depurativo e diuretico, in realtà non si trovano riscontri in letteratura.
  • Equisetum arvense L.
    • Benché molto usato per il benessere delle vie urinarie e per l’effetto diuretico, i riscontri di una reale efficacia sono limitati e dubbi.
  • Gramigna
    • Spesso usata per supposti effetti benefici sul sistema urinario, non esiste in realtà alcuna evidenza di efficacia.
  • Pilosella
    • L’utilizzo della pilosella per la sua attività diuretica si fonda soprattutto sulla tradizione, quindi le possibili modifiche dello stile di vita (alimentazione, esercizio fisico, idratazione) poggiano su basi sicuramente più solide e dimostrate.
  • Silicio
    • Presente in genere negli integratori volti al trattamento di disturbi di unghie e capelli, osteoporosi e malattie cardiovascolari, ha dimostrato una possibile utilità solo nel caso dell’osteoporosi.
    • Le fonti non concordano sulle migliori fonti di silicio, ma tendenzialmente si ritiene che sia presente in alimenti quali vino rosso, birra, uvetta, cereali e riso integrali, banana, alcuni legumi e la semplice acqua (come si può notare tendenzialmente è quindi prevalentemente assunto attraverso fonti vegetali).
  • Tè di Giava
    • In letteratura gli studi si sono concentrati sulla possibile efficacia nei confronti della pressione alta, con risultati contrastanti.
    • Si consiglia in alternativa l’assunzione di abbondanti quantità di liquidi, la riduzione del consumo di sale, la perdita di peso se necessario e una regolare attività fisica.

Recensioni (0)

Recensioni dei lettori

0.0 su 5
0
0
0
0
0
Cosa ne pensi?

Ancora nessuna recensione.

E tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non solo diete