Megavir funziona? Recensione, opinioni e prezzo

Aggiungi alla lista dei desideriAggiuntoRemoved from wishlist 0
Scrivici cosa ne pensi!
Avvisami quando raggiunge un certo prezzo
×
Notify me, when price drops
Set Alert for Product: Megavir (FarmaSpeed) - 16,92€

16,92

Prezzo migliore farmaspeed.itFarmaSpeed
Compra al miglior prezzo

Megavir è un integratore formulato per coadiuvare la virilità maschile, quando per esempio ci siano difficoltà ad ottenere/mantenere un’erezione soddisfacente.

Il produttore consiglia un’assunzione regolare (due capsule al giorno lontano dai pasti, per 60 giorni di terapia) e sottolinea la necessità di pazientare almeno 7-8 giorni prima di valutarne l’efficacia; la confezione contiene 60 capsule, sufficienti quindi a garantire il fabbisogno per un mese di terapia.

ATTENZIONE: La composizione riportata deve ritenersi ipotetica dal punto di vista quantitativo, in quanto non è stato possibile reperire informazioni certe.

MinSan: 921711608
EAN: 8017045005770
Capsule (Da deglutire intera)
Ultimo aggiornamento il 11 Luglio, 2020 08:41

Megavir funziona? Recensione, opinioni e prezzo Prezzi

Promozioni e coupon

  • Farmacia Gaudiana: Nessun requisito oltre la soglia di spesa! Validi fino al 31 Luglio.
    • SUMMER7 Coupon per ottenere il 7% di sconto su ordini di almeno € 65
    • SUMMER10: Coupon per ottenere il 10% di sconto su ordini di almeno € 105
  • Farmacie del Sorriso: 5% di sconto sulla categoria Bellezza e Cosmetica con il coupon BEAUTY5; attenzione, è necessario essere registrati e loggati al sito per beneficiare dello sconto. Nessun minimo d'ordine.
  • Farmacia del Corso: Con un minimo di spesa di € 29 in omaggio una maschera viso inserendo il coupon PELLESANA; attenzione, per usare il buono è necessario essere registrati e loggati.
  • Farmacia del Corso: Ricevi uno sconto immediato di € 5 con un ordine minimo di € 69 con il coupon BUONOTE5. Attenzione, è necessario essere utenti registrati e loggati prima di poterlo utilizzare.

Andamento dei prezzi nel tempo

-

Composizione

Composizione per singola unità posologica (compressa, capsula, flaconcino, bustina, ...) o per 100 ml nel caso di formulazioni in flacone.
Principio attivoQuantità
L-Arginina100 mg
L-Taurina80 mg
Maca150 mg
Suma216 mg
Vitamina E325 mg
Vitamina B647 mg
Vitamina B155.5 mg
Zinco5 mg
Damiana618 mg
Panax ginseng C.A. Mey.16 mg
Ptychopetalum olacoides Benth.716 mg
  1. Maca, anche conosciuto/a come Lepidium meyenii Walp.
  2. Suma, anche conosciuto/a come Hebanthe eriantha (Poir.) Pedersen
  3. Vitamina E, anche conosciuto/a come Tocoferolo
  4. Vitamina B6, anche conosciuto/a come Piridossina, Piridossale, Piridossamina
  5. Vitamina B1, anche conosciuto/a come Tiamina
  6. Damiana, anche conosciuto/a come Turnera diffusa Wild. ex Schult.
  7. Ptychopetalum olacoides Benth., anche conosciuto/a come Muira Puama

Controindicazioni e avvertenze

Disclaimer: Il seguente elenco potrebbe non essere esaustivo, si raccomanda di consultare il proprio medico o farmacista per qualsiasi dubbio, soprattutto nel caso di patologie e/o contemporaneo utilizzo di farmaci o integratori (anche se non segnalati nell'elenco seguente); in caso di comparsa di effetti indesiderati interromperne immediatamente l'assunzione e rivolgersi al medico.

  • Damiana
    • L’estratto è considerato ragionevolmente sicuro alle dosi comunemente presenti negli integratori autorizzati (forte anche di una consolidata tradizione alimentare nei Paesi del centro America).
    • Alcuni autori suggeriscono prudenza in caso di contemporanea assunzione di farmaci antidiabetici per il possibile rischio di ipoglicemia.
  • L-Arginina
    • L’integrazione è considerata sicura anche per dosi elevate, salvo ipersensibilità individuali; si raccomanda cautela in in pazienti che soffrono di pressione bassa (o in terapia antipertensiva) per il possibile effetto di abbassamento della pressione.
    • Alcuni autori raccomandano prudenza anche nel caso di terapia antidiabetica.
    • Tra i possibili effetti indesiderati sono stati segnalati:
      • dolore addominale,
      • gonfiore,
      • nausea,
      • diarrea,
      • gotta.
  • L-Taurina
    • Non sono riportati in letteratura effetti indesiderati degni di nota.
  • Maca
    • L’estratto è considerato sicuro per l’utilizzo alimentare.
    • Alle dosi comunemente utilizzate non sono stati rilevati pericoli od effetti indesiderati significativi.
  • Panax ginseng C.A. Mey.
    • Ragionevolmente ben tollerato alle dosi normalmente utilizzate, l’effetto collaterale più comune è rappresentato dall’insonnia.
    • Più raramente sono stati riportati effetti indesiderati ginecologici (dolore al seno, spotting e alterazioni del ciclo mestruale), variazioni della pressione arteriosa, riduzione dell’appetito, diarrea, manifestazioni cutanee, vertigini e mal di testa.
  • Ptychopetalum olacoides Benth.
    • La letteratura è ancora carente di studi approfonditi; limitatamente alla valutazione post-marketing dei prodotti in commercio non si segnalano rischi significativi (ma si raccomanda prudenza in caso di assunzione contemporanea di altri farmaci).
  • Suma
    • Purtroppo la letteratura disponibile non consente di reperire informazioni su possibili effetti collaterali o interazioni; si raccomanda cautela in caso di contemporanea assunzione di farmaci.
  • Vitamina B1
    • La supplementazione è considerata sicura.
  • Vitamina B6
    • Ad alte dosi sono stati segnalati disturbi gastrointestinali, mal di testa, sonnolenza, …
  • Vitamina E
    • Non sono noti episodi di tossicità legati al solo consumo alimentare di vitamina E.
    • Il sovradosaggio della vitamina attraverso l’integrazione (in genere per errori di assunzione o contemporanea somministrazione di formulazioni che la contengono) può invece causare effetti collaterali anche gravi.
    • La vitamina E può interagire con alcune classi di farmaci, si raccomanda un parere medico nel caso di assunzione di anticoagulanti (come Coumadin), simvastatina, chemioterapia e radioterapia.
  • Zinco
    • Mentre virtualmente non esiste il rischio d’intossicazione legato al consumo alimentare, a meno di contaminazione del cibo, il sovradosaggio legato all’integrazione (per esempio in caso di somma più integratori, o in seguito ad un’errata posologia), può causare la comparsa di nausea, vomito, perdita di appetito, dolori addominali, diarrea e mal di testa. Sono inoltre noti effetti indesiderati in caso di eccessiva assunzione per accumulo sul lungo periodo. Sono riportate in letteratura potenziali interazioni, tra l’altro, con alcuni antibiotici e diuretici. L’assunzione di zinco in forma d’integratori può infine alterare l’equilibrio fisiologico di altri metalli, come il rame. Fonte: NIH

Avvertenze generali
  • Non superare la dose giornaliera consigliata dal produttore.
  • Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano.
  • Per un utilizzo prolungato rivolgersi preventivamente al proprio medico.
  • Conservare il prodotto in un luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce e dalle fonti di calore localizzate, dai raggi solari e dall’umidità.
  • Non utilizzare oltre la data di scadenza.

Posso ottenere lo stesso risultato senza l'integratore?

Disclaimer: I contenuti seguenti devono essere intesi come trattazione generale riferita a soggetti sani e, dove indicato, espressione del personale parere dell'autore; in caso di specifiche circostanze il proprio medico e/o farmacista possono rilevare esigenze diverse e per questo consigliare in modo appropriato (quando non addirittura indispensabile) l'assunzione di integratori e/o nutraceutici.

La composizione è chiaramente volta a far leva sulla sinergia di efficacia dei diversi ingredienti contenuti, questo significa che, anziché puntare su pochi estratti ad alte dosi, i ricercatori che hanno formulato Megavir hanno puntato a definire un insieme variegato di molecole attive a dosi medio basse.

Da un punto di vista generale l’effetto sinergico ha il grosso vantaggio di ridurre il rischio di effetti indesiderati, perché i singoli principi attivi sono in genere presenti a dosi largamente tollerate.

Da un punto di vista della letteratura scientifica disponibile, e nell’ottica dei disturbi di disfunzione erettile, tra tutti spicca la presenza di arginina, che poggia su una buona serie di studi a garanzia della sua efficacia, mentre per quanto riguarda le altre sostanze l’utilizzo è fondato più che altro sull’uso consolidato o sulla tradizione.

È infine molto importante sottolineare che l’eventuale sviluppo di disfunzione erettile è in alcuni casi il primo sintomo di condizioni cardiometaboliche, nel caso di episodi ripetuti prima di iniziare una terapia naturale è raccomandabile escludere con il medico cause organiche (diabete, pressione alta, ipercolesterolemia, …) e psicologiche (quest’ultime di competenza del sessuologo clinico).

Roberto Gindro, laureato in farmacia, PhD


  • Damiana
    • Usata soprattutto come tonico in campo maschile, ad oggi la letteratura disponibile è purtroppo ancora carente (l’utilizzo poggia soprattutto sulla tradizione).
  • L-Arginina
    • Gli che poggiano su basi scientifiche più solide sono fondamentalmente quelli in cui viene sfruttato l’effetto vasodilatatore della sostanza, come ad esempio angina, pressione alta e disfunzione erettile.
    • Le principali fonti alimentari di L-Arginina sono:
      • carne, pesce, pollame
      • latte e latticini
      • noci e semi
      • orzo, grano saraceno, riso integrale, avena, mais
      • uvetta
      • cioccolato
      • soia
    • Quando viene usata a scopo vasodilatatore, esiste un’eccezionale alternativa alimentare, rappresentata dalla barbabietola rossa; seppure attraverso molecole diverse, anche in questo caso l’effetto è rilevante e significativo.
  • L-Taurina
    • La taurina è naturalmente presente in carne e pesce, ma non essendo un aminoacido essenziale l’organismo è comunque in grado di sintetizzarlo autonomamente. Non esistono ad oggi evidenze certe di una sua utilità in forma d’integrazione.
  • Maca
    • Proposto trattamento naturale per la riduzione del desiderio, disturbi erettili nell’uomo, problemi d’infertilità, sintomi della menopausa, … non disponiamo in realtà di solide evidenze di efficacia, anche se in alcuni casi sono stati pubblicati studi promettenti.
  • Panax ginseng C.A. Mey.
    • Il ginseng è una pianta con una lunga tradizione di utilizzo in fitoterapia, dove viene tipicamente proposto come adattogeno e proenergetico; esistono buone evidenze di efficacia in termini di miglioramento della performance cognitiva, mentre non sembra altrettanto utile dal punto di vista fisico.
    • Una buona alternativa è rappresentata da caffé e tè che, consumati in forma alimentare, consentono di beneficiare anche di numerosi altre molecole utili dal punto di vista della prevenzione cardiovascolare.
  • Ptychopetalum olacoides Benth.
    • L’estratto trova posto soprattutto formulazioni afrodisiache e integratori volti al miglioramento della prestazione atletica, ma purtroppo ad oggi non disponiamo ancora di sufficienti studi per poterne determinare il profilo di utilizzo e di efficacia.
    • È tuttora inserita nella “British Herbal Pharmacopoeia”, un’autorevole pubblicazione ad opera della British Herbal Medicine Association, dove viene raccomandata per il trattamento della dissenteria e dell’impotenza.
  • Suma
    • Pianta originaria dell’Amazzonia, trova le origini di utilizzo nella tradizione indigena; usata sostanzialmente come adattogeno, la letteratura disponibile è insufficiente a definire un profilo certo di efficacia.
  • Vitamina B1
    • Vitamina essenziale (l’organismo non è in grado di produrla autonomamente), la B1 viene spesso inclusa in multivaminici ed integratori del complesso B con le indicazioni più svariate, anche se in realtà le uniche provate sono:
      • rari disordini metabolici
      • carenza accertata della vitamina (condizione rara)
    • Sono promettenti alcuni studi in merito al possibile utilizzo nel caso di:
      • cataratta
      • neuropatia diabetica
      • dismenorrea (dolori mestruali)
    • È abbondantemente contenuta in cereali integrali, carne e pesce, tanto che una reale carenza nella popolazione generale è estremamente rara (e in genere limitata a specifiche categorie di pazienti, come gli alcolisti).
  • Vitamina B6
    • Disponibile in numerosi alimenti (tra cui cereali, legumi, verdure, fegato, carne e uova), a differenza della B12 è più raro riscontrare una reale carenza di questa vitamina.
    • Usata e consigliata per decine di disturbi, poggia su un’adeguata letteratura nel caso di:
      • epilessia dipendente dalla piridossina (malattia rara)
      • anemia sideroblastica
      • iperomocistinemia
    • Risultati preliminari sono stati ottenuti per
      • prevenzione della degenerazione maculare senile
      • prevenzione della formazione di calcoli in pazienti affetti da iperossaluria primitiva (malattia rara)
      • nausea in gravidanza
      • sindrome premestruale

      Salvo casi selezionati, quindi, in genere non è necessaria alcuna integrazione.

    • Spesso proposta in formulazioni contro l’insonnia, in realtà non esiste ancora un adeguato supporto scientifico a quest’indicazione (aneddoticamente viene anche proposta per favorire l’attività onirica).
    • Tra gli alimenti che ne sono più ricchi ricordiamo:
      • carne (manzo, pollo, maiale)
      • pesce (salmone)
      • uova
      • legumi
      • cereali integrali (la raffinazione ne riduce significativamente il contenuto)
      • vegetali (spinaci)
      • frutta (banana in particolare)
      • frutta secca a guscio
  • Vitamina E
    • È possibile raggiungere facilmente le dosi giornaliere raccomandate di vitamina E attraverso l’alimentazione; ad esempio sono ricchi della sostanza le olive, la frutta secca a guscio (noci, arachidi, mandorle, …) e cereali integrali.
  • Zinco
    • Lo zinco dev’essere giornalmente introdotto con la dieta perché l’organismo non dispone di un adeguato sistema di scorte, tuttavia in una dieta sana, varia ed equilibrata in genere non è necessaria alcuna integrazione per pazienti sani ed in buona salute.
    • Si trova in natura in diversi alimenti, tra cui:
      • Pesce e frutti di mare
      • Carne rossa
      • Cereali
      • Legumi
      • Frutta secca

Recensioni (0)

Recensioni dei lettori

0.0 su 5
0
0
0
0
0
Cosa ne pensi?

Ancora nessuna recensione.

E tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non solo diete