Ultimo aggiornamento prezzi: 27 Novembre, 2021 06:23
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon at the time of purchase will apply to the purchase of this product.

Estromineral Serena Plus funziona? Recensione, opinioni e prezzo

Scrivici cosa ne pensi!

16,44

Acquista con sicurezza su amazon.itAmazon.it
Compra ora

Estromineral Serena Plus è un integratore che ha come indicazione il controllo dei tipici fastidi della menopausa, con particolare attenzione ai disturbi dell’umore (nervosismo ed irritabilità) e del sonno.

L’azione dell’integratore è imperniata sulla presenza della soia, una presenza molto comune negli integratori di questa categoria perché contenente isoflavoni, molecole in grado di mimare l’azione degli estrogeni, ormoni la cui produzione diminuisce drasticamente durante la menopausa.

I fermenti lattici contenuti, non meno di 1 miliardo per compressa, favoriscono il benessere dell’intestino promuovendo la proliferazione di una flora batterica vitale e, a detta del produttore, migliorando l’assorbimento degli isoflavoni di soia.

Magnolia ed agnocasto sono utili al controllo dei sintomi menopausali, mentre magnesio, calcio e vitamina D sono utili al constare il rischio di sviluppo di osteoporosi (indebolimento delle ossa).

La dose consigliata è di una compressa al giorno, da assumere indicativamente ogni 24 ore.

Rispetto alla referenza Estromineral Serena, la formulazione Plus contiene:

  • la stessa dose di soia, magnolia, vitamina D3, magnesio e calcio
  • una dose doppia di fermenti lattici (1 mld contro 500 mln)
  • 40 mg di agnocasto (del tutto assente nel primo)

Non contiene:

  • OGM
  • lattosio
  • conservanti o coloranti

L’integratore è in genere ben tollerato; tra i possibili effetti collaterali, seppure non comuni, si annoverano piccoli disturbi gastrointestinali.

Si raccomanda il preventivo parere del ginecologo in caso di (o famigliarità per) tumori ormonodipendenti.

MinSan: 931923890
EAN: 0797337110907
Compresse (Da deglutire intera)
Linea Estromineral
Ultimo aggiornamento il 27 Novembre, 2021 06:23

Estromineral Serena Plus funziona? Recensione, opinioni e prezzo Prezzi

16,44€
27 Novembre, 2021 06:23
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon.com (Amazon.in, Amazon.co.uk, Amazon.de, etc) at the time of purchase will apply to the purchase of this product.
14 new from 16,44€
25,85€
27 Novembre, 2021 06:23
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon.com (Amazon.in, Amazon.co.uk, Amazon.de, etc) at the time of purchase will apply to the purchase of this product.
6 new from 22,08€
28,03€
27 Novembre, 2021 06:23
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon.com (Amazon.in, Amazon.co.uk, Amazon.de, etc) at the time of purchase will apply to the purchase of this product.
1 new from 28,03€
non disponibile
25,85€
27 Novembre, 2021 06:23
× Product prices and availability are accurate as of the date/time indicated and are subject to change. Any price and availability information displayed on Amazon.com (Amazon.in, Amazon.co.uk, Amazon.de, etc) at the time of purchase will apply to the purchase of this product.
3 new from 25,80€
non disponibile

Promozioni e prodotti correlati sponsorizzati

Andamento dei prezzi nel tempo

Prezzi di Estromineral Serena Plus, Integratore Alimentare a Base di Isoflavoni di Soia, 30 Compresse
Ultime variazioni
  • 20,23€ - 27 Novembre, 2020
  • 17,02€ - 26 Novembre, 2020
  • 20,23€ - 22 Novembre, 2020
  • 20,03€ - 3 Novembre, 2020
  • 18,27€ - 2 Novembre, 2020
  • 18,59€ - 30 Ottobre, 2020
  • 17,03€ - 29 Ottobre, 2020
  • 21,90€ - 25 Ottobre, 2020
Since: 10 Maggio, 2020
  • Prezzo più alto 23,40€ - 25 Maggio, 2020
  • Prezzo più basso 12,95€ - 12 Ottobre, 2020

Hai domande? Dubbi? Segnalazioni?(2)

Scrivi di seguito...


Ospite
Fabiana
8 Dicembre, 2020

Interferisce con la terapia ormonale sostitutiva? Sto pensando di interromperla perché non mi piace l’idea di prendere ormoni. Nell’attesa di parlare col ginecologo posso usarlo?

Supporto
10 Dicembre, 2020

La TOS è una terapia delicata, con pro e contro, ma eviterei in ogni caso il fai da te; farei il punto con il ginecologo o con il curante (può essere, ad esempio, che la TOS sia nel suo caso necessaria per l’osteoporosi).

 

Composizione

Composizione per singola unità posologica (compressa, capsula, flaconcino, bustina, dose, ...).
Principio attivoQuantità
Soia1150 mg
di cui Isoflavoni60 mg
Lactobacillus sporogenes21 mld
Magnolia officinalis Rehder & Wilson50 mg
di cui Honokiolo0.75 mg
Agnocasto340 mg
di cui Agnuside0.2 mg
Vitamina D345 mcg
Magnesio60 mg
Calcio141 mg
  1. Soia, anche conosciuto/a come Glycine max (L.) Merr.
  2. Lactobacillus sporogenes, anche conosciuto/a come Bacillus coagulans
  3. Agnocasto, anche conosciuto/a come Vitex agnus- castus L.
  4. Vitamina D3, anche conosciuto/a come Colecalciferolo

Controindicazioni e avvertenze

Disclaimer: Il seguente elenco potrebbe non essere esaustivo, si raccomanda di consultare il proprio medico o farmacista per qualsiasi dubbio, soprattutto nel caso di patologie e/o contemporaneo utilizzo di farmaci o integratori (anche se non segnalati nell'elenco seguente); in caso di comparsa di effetti indesiderati interromperne immediatamente l'assunzione e rivolgersi al medico.

  • Agnocasto
    • Generalmente ben tollerato, sono stati segnalati occasionali effetti collaterali legati allo sviluppo di rash cutanei, disturbi gastrointestinali, mal di testa, affaticamento, insonnia e mestruazioni irregolari.
  • Calcio
    • Sebbene non vi siano controindicazioni assolute all’integrazione di questo minerale, si raccomanda prudenza nei pazienti con insufficienza renale e/o con precedenti clinici di coliche legate alla presenza di calcoli di calcio.
  • Lactobacillus sporogenes
    • L’assunzione è generalmente considerata sicura, ma più per la lunga tradizione di utilizzo che per reali verifiche scientifiche.
    • Si raccomanda cautela ed un preventivo parere medico in pazienti con sistema immunitario fortemente compromesso (neonati prematuri, pazienti ospedalizzati, ….).
  • Magnesio
    • Alle dosi comunemente utilizzate la supplementazione è considerata ragionevolmente sicura; in soggetti sensibili e/o a dosi elevate può causare effetti gastrointestinali come irritazione gastrica, nausea, vomito, diarrea.
    • Si segnala che l’ossido di magnesio riduce l’efficacia dell’associazione di levodopa/carbidopa, un farmaco usato per la sindrome di Parkinson.
    • Sono note alcune altre possibili interazioni, che si invita il lettore a valutare con il proprio farmacista.
  • Magnolia officinalis Rehder & Wilson
    • Si considera generalmente ben tollerata e, nella maggior parte dei casi, priva di effetti collaterali degni di nota.
    • Alcuni Autori raccomandano cautela nell’associazione a principi attivi con effetto ansiolitico/tranquillante (barbiturici, benzodiazepine, ma anche alcolici) ed anticoagulante/antiaggregante.
  • Soia
    • La soia gode di un’ampia letteratura a sostegno di benefici e della necessaria chiarezza sulle possibili controindicazioni, anche se spesso gli studi sono condotti sull’alimento e non sull’estratto fitoterapico; in generale si consiglia cautela nel caso di patologie ormono-dipendenti (endometriosi, alcune forme di tumore al seno) ed assunzione di integratori, mentre crescono le evidenze di un’assenza di rischio nel caso di consumo alimentare.
    • Gli effetti collaterali più comuni sono di tipo gastrointestinale (diarrea, gonfiore, nausea, …) ma, a livello alimentare, è in genere sufficiente aumentarne gradualmente il consumo (come si fa per i legumi in genere).
    • In caso di terapia antitumorale è necessario valutare con il medico le possibili interazioni.
    • I prodotti fermentati della soia (tofu, salsa di soia) contengono tiramina, una sostanza che può causare gravi effetti collaterali in caso di assunzione di MAO-inibitori (una classe di antidepressivi).
    • Sono possibili numerose altre interazioni, che si invitano a valutare con il proprio farmacista in caso di assunzione cronica di medicinali.
  • Vitamina D3
    • L’eccessiva assunzione di vitamina D, che può derivare dall’assunzione di dosi errate di integratori o dalla contemporanea assunzione di formulazioni che la contengono, può causare effetti collaterali anche gravi (riduzione dell’appetito, aumento della produzione di urina, aritmie cardiache, …). L’esposizione al sole, al contrario, non contribuisce al rischio di sovradosaggio.
    • Tra le principali interazioni ricordiamo come alcuni farmaci possano ridurre l’assorbimento della vitamina (orlistat, colestiramina, fenobarbital, fenitoina).

Avvertenze generali
  • Non superare la dose giornaliera consigliata dal produttore.
  • Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano.
  • Per un utilizzo prolungato rivolgersi preventivamente al proprio medico.
  • Conservare il prodotto in un luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce e dalle fonti di calore localizzate, dai raggi solari e dall’umidità.
  • Non utilizzare oltre la data di scadenza.

Efficacia e alternative

Disclaimer: I contenuti seguenti devono essere intesi come trattazione generale riferita a soggetti sani e, dove indicato, espressione del personale parere dell'autore; in caso di specifiche circostanze il proprio medico e/o farmacista possono rilevare esigenze diverse e per questo consigliare in modo appropriato (quando non addirittura indispensabile) l'assunzione di integratori e/o nutraceutici.

A supporto della soia esiste un’ampia e ben documentata letteratura scientifica, che tuttavia in molti casi ha come oggetto il legume consumato in forma alimentare più che come integratore; i benefici legati ad una regolare presenza della soia nella dieta sono estremamente numerosi e legati (anzi, spesso amplificati) a quasi tutte le modalità di consumo (legumi in quanto tali, bevande a base di soia, tempeh, tofu, …). Si noti inoltre che, mentre l’assunzione di integratori a base di soia in donne con precedenti di tumore al seno (o con una spiccata famigliarità) è controindicata per il principio di cautela, disponiamo ormai di forti evidenze del fatto che un regolare consumo dell’alimento sia al contrario un fattore protettivo.

Sostituire i fermenti lattici attraverso l’alimentazione è altrettanto facile, attraverso un regolare consumo di alimenti fermentati (che peraltro possono essere anche derivati della soia stessa, come yogurt e tempeh; avendo poi cura di consumare regolarmente anche prebiotici (come la fibra contenuta in frutta, verdura e cereali integrali) non sarà difficile migliorare in breve tempo la salute della propria flora batterica intestinale.

Attraverso un quotidiano consumo di pasta/pane/riso integrale, frutta e verdura non è difficile raggiungere e superare il fabbisogno minimo quotidiano di calcio e magnesio, mentre per quanto riguarda la vitamina D è sufficiente esporsi quotidianamente al sole per 20-30 minuti con una sufficiente porzione del corpo scoperta; facendolo durante l’attività fisica (sia aerobica che attraverso esercizi di forza) il beneficiò sarà doppio, perché consentirà anche di:

Estromineral Serena Plus è quindi inutile? Non necessariamente, ci sono studi di buona qualità che dimostrano l’utilità di un’assunzione degli estratti di soia (oltre che dei minerali e della vitamina D), ma come sempre è indispensabile che poggi prima di tutto su uno stile di vita sano ed attivo.

Roberto Gindro, laureato in farmacia, PhD


Valutazioni di efficacia basate principalmente sul Natural Medicines Therapeutic Research Center

  • Agnocasto
    • L’agnocasto è una pianta dalla lunga tradizione fitoterapica per il trattamento dei disturbi della donna fertile (legati ai disturbi del ciclo mestruale) ed in menopausa; le indicazioni che trovano un maggior riscontro in letteratura sono tuttavia solo il dolore al seno e la sindrome premestruale, mentre negli altri casi nella migliore delle ipotesi non disponiamo di evidenze sufficienti ad emettere un giudizio.
    • Senza voler entrare nel merito di ogni singola indicazione, l’attività fisica ed una sana alimentazione consentono in genere alla donna in ogni fase della propria vita di trovare sollievo dai principali disturbi legati all’equilibrio ormonale, a patto che l’esercizio fisico praticato non sia eccessivo (nel caso delle sportive agoniste si assiste spesso a periodi più o meno prolungati di amenorrea) e/o associato ad una condizione di sotto/sovrappeso; utile introdurre in pianta stabile un regolare consumo di soia fin dall’infanzia, per beneficiare tra l’altro di un effetto protettivo verso lo sviluppo di alcune forme di tumore.
  • Calcio
    • Il calcio è un minerale essenziale per l’organismo umano, che quindi dev’essere quotidianamente parte della propria dieta, insieme alla vitamina D che ne consente l’utilizzo; ne sono ricchi ovviamente latte e latticini, su cui tuttavia sembra pesare un effetto paradossalmente contrario alla salute delle ossa quando consumati in quantità eccessiva,  è quindi consigliabile che il fabbisogno giornaliero venga perseguito anche attraverso altre fonti, rappresentate ad esempio da:
      • broccoli
      • cavoletti di Bruxelles
      • cavolo
      • acqua (sì, è un’interessante fonte di calcio)
  • Lactobacillus sporogenes
    • Il campo di ricerca sui fermenti lattici è tuttora oggetti di grande fermento, volto per esempio a chiarire differenze di efficacia tra i diversi ceppi, soggettività di risposta, rischi ed effetti collaterali. In genere si considerano utili (ma molto rimane ancora da dimostrare, diciamo che si tratta di indicazioni promettenti), ma anche in virtù di questo può essere consigliabile provare ad aumentare il consumo di batteri probiotici (e di sostanze prebiotiche come la fibra) attraverso l’alimentazione, ad esempio attraverso:
      • yogurt di soia e vegetali
      • crauti
      • tempeh
      • kefir
      • kombucha
  • Magnesio
    • Il magnesio è un minerale particolarmente abbondante nell’organismo, dove coadiuva più di 300 reazioni biochimiche, e comune in molti alimenti (i cibi ricchi di fibra lo sono in genere anche del prezioso minerale, come nel caso di verdura, semi, frutta secca a guscio, cereali integrali). Anche la normale acqua ne rappresenta una fonte significativa.
    • Tra gli alimenti che ne sono più ricchi troviamo:
      • vegetali a foglia verde larga
      • legumi
      • cereali integrali (quelli raffinati ne perdono circa l’80%)
      • frutta secca
      • frutta
      • pesce
      • carne
      • latte intero
      • formaggio
      • uova
      • cacao
      • farina di soia
      • acqua minerale
    • Le indicazioni per cui è stato proposto come integratore sono quasi infinite e, in molti casi, esiste anche una buona evidenza scientifica a supporto.
  • Magnolia officinalis Rehder & Wilson
    • Proposta in fitoterapia e in diverse tradizioni per i più svariati disturbi (disturbi digestivi, stipsi, infiammazione, sintomi menopausali, diabete, ipercolesterolemia, sovrappeso, ansia, stress, …) in realtà le evidenze di reale efficacia sono minime e nella maggior parte dei casi semplicemente la letteratura disponibile è semplicemente insufficiente a fornire risposte definitive (nella migliore delle ipotesi sono preliminari).
  • Soia
    • La soia alimentare nelle sue diverse forme (fagioli e prodotti trasformati, come tempeh, tofu, bevande, …) dovrebbe far regolarmente parte della dieta settimanale della popolazione generale.
    • È impossibile elencare tutte le indicazioni per cui è stata proposta, mentre può valere la pena ricordare alcune condizioni in cui l’efficacia è stata dimostrata:
      • prevenzione del tumore al seno
      • prevenzione del diabete di tipo 2
      • riduzione dei livelli circolanti di colesterolo cattivo
      • sollievo dai sintomi della menopausa
      • osteoporosi
      • prevenzione dalla sindrome metabolica
  • Vitamina D3
    • La più efficace alternativa naturale è l’esposizione quotidiana al sole di una significativa porzione di pelle (purtroppo non sempre agevole con il nostro clima, per questo sono sempre più comuni gli alimenti addizionati con Vitamina D).

Recensioni (0)

Recensioni dei lettori

0.0 su 5
0
0
0
0
0
Cosa ne pensi?

Ancora nessuna recensione.

E tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non solo diete
Logo