Erectosan Plus funziona? Recensione, opinioni e prezzo

Scrivici cosa ne pensi!
Avvisami quando raggiunge un certo prezzo
×
Notify me, when price drops
Set Alert for Product: Erectosan Plus (FarmaciaMascia) - 20,70€

20,70

Prezzo migliore farmaciamascia.itFarmaciaMascia
Compra al miglior prezzo

Erectosan Plus è un integratore alimentare prodotto da AndroSystems e formulato per constare la disfunzione erettile.

La posologia consigliata prevede l’assunzione di un massimo di tre bustine al giorno, da sciogliere ciascuna in un bicchiere d’acqua (150 ml).

La bustina è priva di zucchero e dolcificata con sucralosio.

MinSan: 971072677
Bustine (Da bere)
Linea Erectosan
Ultimo aggiornamento il 21 Settembre, 2020 08:26

Hai domande? Dubbi?

Andamento dei prezzi nel tempo

Prezzi di Erectosan Plus (FarmaciaMascia)
Ultime variazioni
  • 20,70€ - 17 Settembre, 2020
  • 22,90€ - 19 Giugno, 2020
  • 23,40€ - 15 Giugno, 2020
Since: 15 Giugno, 2020
  • Prezzo più alto 23,40€ - 15 Giugno, 2020
  • Prezzo più basso 20,70€ - 17 Settembre, 2020

Composizione

Composizione per singola unità posologica (compressa, capsula, flaconcino, bustina, dose, ...).
Principio attivoQuantità
L-Citrullina2000 mg
Pino150 mg
di cui Proantocianidine47.5 mg
Vitamina B92125 mcg
Tribulus terrestris L.300 mg
di cui Saponine270 mg
Zafferano310 mg
di cui Safranale0.2 mg
Panax ginseng C.A. Mey.400 mg
Corniolo4100 mg
Vischio550 mg
Quercetina20 mg
Moringa oleifera Lam.300 mg
  1. Pino, anche conosciuto/a come Pinus sylvestris L.
  2. Vitamina B9, anche conosciuto/a come Acido folico, acido Folinico
  3. Zafferano, anche conosciuto/a come Crocus sativus L.
  4. Corniolo, anche conosciuto/a come Cornus officinalis Siebold & Zucc.
  5. Vischio, anche conosciuto/a come Viscum album L.

Controindicazioni e avvertenze

Disclaimer: Il seguente elenco potrebbe non essere esaustivo, si raccomanda di consultare il proprio medico o farmacista per qualsiasi dubbio, soprattutto nel caso di patologie e/o contemporaneo utilizzo di farmaci o integratori (anche se non segnalati nell'elenco seguente); in caso di comparsa di effetti indesiderati interromperne immediatamente l'assunzione e rivolgersi al medico.

  • Corniolo
    • Non sono disponibili studi che consentano di stabilire effetti indesiderati, controindicazioni e/o interazioni; si raccomanda prudenza, secondo il principio di cautela, in caso di patologie e/o contemporanea assunzione di farmaci.
  • L-Citrullina
    • Le angurie contengono grandi quantità di L-citrullina e, un consumo eccessivo (ad esempio ad ogni pasto) può causare ipercitrullinemia; per la stessa ragione si raccomanda di evitare l’uso concomitante di integratori di L-citrullina e grandi quantità di anguria.
    • A dosi normali è invece ben tollerata e solo occasionalmente si sono registrati leggeri disturbi gastrointestinali.
    • Il database TRC segnala possibili interazioni severe con farmaci antipertensivi, nitrati (per l’aumento dell’effetto vasodilatatore) e gli inibitori della 5-fosfodiesterasi (Viagra, Cialis, …) anche in questo caso per il rischio di episodi ipotensivi (abbassamento di pressione).
  • Moringa oleifera Lam.
    • Alle comuni dosi alimentari è ovviamente considerata sicura; si segnala la possibile insorgenza di effetti collaterali in caso di dosi eccessive (per questo si raccomanda di attenersi alle dosi consigliate dal produttore nel caso di integratori e di evitare la somma di formulazioni diverse).
    • Alcune fonti consigliano di evitarne il consumo in gravidanza e si raccomanda cautela nel caso di concomitante assunzione di farmaci (in quanto esiste un possibile rischio di alterazione del relativo metabolismo).
  • Panax ginseng C.A. Mey.
    • Ragionevolmente ben tollerato alle dosi normalmente utilizzate, l’effetto collaterale più comune è rappresentato dall’insonnia.
    • Più raramente sono stati riportati effetti indesiderati ginecologici (dolore al seno, spotting e alterazioni del ciclo mestruale), variazioni della pressione arteriosa, riduzione dell’appetito, diarrea, manifestazioni cutanee, vertigini e mal di testa.
  • Pino
    • La letteratura disponibile non consente di redigere un adeguato profilo di rischio dell’estratto di Pino.
  • Quercetina
    • Ovviamente sicura dal punto di vista alimentare, a meno di specifiche ipersensibilità, è considerata ben tollerata anche quando assunta in forma d’integratore alle dosi comunemente utilizzate (ci sono studi che hanno verificato anche la somministrazione endovenosa).
  • Tribulus terrestris L.
    • Oralmente, i prodotti a base di tribulus sembrano essere ben tollerati, con pochi o nessun effetto avverso riportato nella ricerca clinica disponibile.
  • Vischio
    • Generalmente ben tollerato, solo ad altissime dosi (non raggiunte nella normale pratica clinica) sono stati registrati vomito, diarrea, epatite e altri gravi effetti collaterali.
    • Non sono note interazioni farmacologiche significative.
  • Vitamina B9
    • L’unico rischio legato ad un’eccessiva assunzione di acido folico è legato ad un possibile effetto di mascheramento di una carenza di vitamina B12.
  • Zafferano
    • Ovviamente sicuro per un consumo alimentare, è considerato molto ben tollerato anche in caso di assunzione in forma di integratore alle dosi comunemente prescritte.

Avvertenze generali
  • Non superare la dose giornaliera consigliata dal produttore.
  • Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano.
  • Per un utilizzo prolungato rivolgersi preventivamente al proprio medico.
  • Conservare il prodotto in un luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce e dalle fonti di calore localizzate, dai raggi solari e dall’umidità.
  • Non utilizzare oltre la data di scadenza.

Efficacia e alternative

Disclaimer: I contenuti seguenti devono essere intesi come trattazione generale riferita a soggetti sani e, dove indicato, espressione del personale parere dell'autore; in caso di specifiche circostanze il proprio medico e/o farmacista possono rilevare esigenze diverse e per questo consigliare in modo appropriato (quando non addirittura indispensabile) l'assunzione di integratori e/o nutraceutici.

Dal punto di vista dello stile di vita i comportamenti che possono favorire una corretta erezione sono sostanzialmente i seguenti

  • bere abbondantemente (per garantire un’adeguata fluidificazione del sangue)
  • consumare quotidianamente frutta, verdura e cereali integrali (fonti di minerali ed antiossidanti)
  • smettere di fumare
  • dormire adeguatamente (per qualità e quantità del riposo)

Il consumo di barbabietola (o del relativo succo) qualche ora prima del rapporto garantisce un significativo effetto di vasodilatazione, che si traduce in una miglior erezione.

Segnaliamo infine che eventuali episodi ripetuti e sistematici di difficoltà legate all’erezione vanno segnalate al medico, perché potenzialmente spia di disturbi cardio-metabolici (pressione alta, diabete, …).

Integratori come Erectosan Plus possono aiutare a superare temporanee difficoltà legate magari a periodi di stanchezza, ma non possono e non devono sostituire il parere specialistico (andrologo e/o sessuologo clinico) nel caso di disturbi organici/psicologici.

Di Erectosan mi fa infine piacere sottolineare che di numerosi estratti vegetali contenuti è riportato il relativo titolo in principi attivi, segno di una certa attenzione nella scelta della materia prima, oltre ad una quantità significativa di citrullina (spesso integratori analoghi risultano un po’ sottodosati).

Roberto Gindro, laureato in farmacia, PhD


Valutazioni di efficacia basate principalmente sul Natural Medicines Therapeutic Research Center

  • Corniolo
    • In genere utilizzato come tonico a anti-fatica, la latteratura è purtroppo molto carente di studi in grado di definire un profilo di efficacia dell’estratto.
    • J. K. Rowling, autrice della saga di Harry Potter, l’ha indicato nel sito di Pottermore come un possibile legno da bacchetta, associandolo alle persone allegre e scherzose (fonte). 😉
  • L-Citrullina
    • La L-citrullina è un aminoacido non essenziale, ossia prodotto naturalmente anche dall’organismo ed il cui metabolismo produce L-arginina; il nome citrullina deriva dall’anguria, Citrullus vulgaris, da cui fu isolato per la prima volta, che ne è una delle migliori fonti alimentari.
    • La sostanza si è dimostrata probabilmente efficace nell’aumento della performance atletica di tipo anaerobico e nell’insufficienza cardiaca. Meno chiare le prove di efficacia per il trattamento della disfunzione erettile.
  • Moringa oleifera Lam.
    • Anche se non semplice da trovare in Italia, è possibile godere dei benefici della pianta attraverso un regolare consumo alimentare (come avviene in molte parti del mondo).
  • Panax ginseng C.A. Mey.
    • Il ginseng è una pianta con una lunga tradizione di utilizzo in fitoterapia, dove viene tipicamente proposto come adattogeno e proenergetico; esistono buone evidenze di efficacia in termini di miglioramento della performance cognitiva, mentre non sembra altrettanto utile dal punto di vista fisico.
    • Una buona alternativa è rappresentata da caffé e tè che, consumati in forma alimentare, consentono di beneficiare anche di numerosi altre molecole utili dal punto di vista della prevenzione cardiovascolare.
  • Pino
    • Tradizionalmente usato per affezioni del tratto respiratorio superiore e inferiore, problemi di pressione sanguigna, raffreddore, tosse o bronchite comuni, febbri, tendenza all’infezione, per il trattamento di tosse semplice e malattia bronchiale acuta, congestione nasale e raucedine, in realtà non disponiamo di ricerche in grado di far luce sulla sua reale efficacia.
  • Quercetina
    • La quercetina è una molecola che gode di una discreta letteratura; è un flavonoide che si trova in quantità significative in cibi come cipolle, mele, frutti di bosco, tè e vino rosso.
    • Ne è stato esplorato l’utilizzo in tumori, disturbi cardiovascolari, ipercolesterolemia ed altre condizioni, tuttavia non disponiamo (ancora?) di dati incontrovertibili che ne dimostrino l’efficacia.
  • Tribulus terrestris L.
    • Estratto molto comune negli integratori tonici, in particolare quelli dedicati ad un pubblico maschile; vanta una tradizione d’utilizzo millenaria nelle culture cinesi, indiane e greche, dove veniva primariamente usato come afrodisiaco.
    • La letteratura disponibile permette di definire come plausibile la sua efficacia per varie disfunzioni sessuali, soprattutto in termini di recupero del desiderio e soddisfazione post-rapporto (sia nell’uomo che nella donna).
    • Meno convincenti le prove attualmente disponibili a supporto dell’utilizzo in caso di disfunzione erettile ed infertilità.
    • Eventuali alternative devono essere valutate in base alla causa del problema (per esempio in molti casi può essere consigliabile un percorso di recupero psicologico, nel caso di calo del desiderio, dopo aver escluso alterazioni ormonali organiche).
  • Vischio
    • Il vischio è stato più volte proposto nella terapia dei tumori, purtroppo ad oggi senza reali riscontri di efficacia (né con questa indicazione, né per il trattamento di altri disturbi).
  • Vitamina B9
    • L’integrazione è considerata indispensabile in gravidanza (è necessario cominciare l’assunzione circa un mese prima dell’inizio della ricerca), in alcune forme di anemia.
    • I benefici in caso di iperomocistinemia sono invece dibattuti (è dimostrato l’effetto di riduzione dei livelli ematici di omocisteina, ma non una corrispondente diminuzione del rischio cardiovascolare associato).
    • È possibile assumere quantità rilevanti di folati attraverso un regolare consumo di frutta e verdura, quali ad esempio:
      • vegetali verdi a foglia (cavoli, broccoli, spinaci, lattuga, asparagi)
      • germogli
      • kiwi, fragole, arance
      • frutta secca (mandorle, noci)
      • funghi
      • legumi.
    • Si noti che, purtroppo, l’acido folico va incontro a rapida degradazione se la verdura non viene consumata molto fresca, oltre ad essere termolabile (ossia estremamente sensibile alla cottura).
  • Zafferano
    • L’alternativa più naturale è ovviamente il consumo attraverso l’alimentazione, lo zafferano dovrebbe essere periodicamente presente sulle nostre tavole.
    • La bibliografia è molto ricca e le proprietà, più o meno dimostrate, sono intriganti (Alzheimer, depressione, dolori mestruali e sindrome premestruale); il vero scoglio è il prezzo, elevatissimo per raggiungere dosi attive.

Recensioni (0)

Recensioni dei lettori

0.0 su 5
0
0
0
0
0
Cosa ne pensi?

Ancora nessuna recensione.

E tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non solo diete