Cell Plus Linfodrenyl 60 Tavolette: funziona davvero?

Aggiungi alla lista dei desideriAggiuntoRemoved from wishlist 0
Scrivici cosa ne pensi!

Cell Plus Linfodrenyl 60 Tavolette: funziona davvero?
Cell Plus Linfodrenyl 60 Tavolette: funziona davvero?

Descrizione

La Biosline è una azienda erboristica piuttosto conosciuta nell’ambiente, perché ritenuta di qualità ed affidabile nelle sue formulazioni; parliamo quindi delle sue proposte per coadiuvare le diete dimagranti ed in particolare gli sforzi volti a contrastare la cellulite attraverso la linea Cell Plus Linfodrenyl.

Posologia ed uso

Si consiglia l’assunzione di un numero variabile da 2 a 4 tavolette, con abbondante acqua, prima o durante i pasti.

Composizione ed ingredienti

Vediamo quali sono i principali ingredienti di Cell-Plus Linfodrenyl tavolette:

  • Pilosella;
  • Meliloto;
  • Centella;
  • Phyllanthus;
  • Tè verde;
  • Ginkgo;
  • Cromo;
  • Vitamina C;
  • Bioflavonoidi del limone.

Della pilosella (Hieracium pilosella) si usa tutta la pianta da cui si ricava un estratto secco ricco di flavonoidi, responsabili della sua azione diuretica e della eliminazione dei sali in eccesso nell’organismo. La pianta è utilizzata per combattere la ritenzione idrica e l’edema agli arti inferiori, l’azione dei suoi principi attivi non solo si esplica sui reni ma anche sui tessuti in quanto aiuta il drenaggio dei sali minerali (come già specificato), particolarmente utile in caso di gonfiore alle estremità. L’estratto di pilosella contiene umbelliferone, sostanza appartenente alle cumarine, in grado di stimolare l’attività del fegato.

Il meliloto (Melilotus Officinalis) appartiene alla famiglia del trifoglio, dalle sue foglie si ricava un estratto dalla spiccata funzione di drenaggio sul sistema linfatico, e di miglioramento della circolazione sanguigna soprattutto periferica. L’estratto di meliloto è ricco di cumarina e di flavonoidi. Questo ultimi in particolare possiedono attività antiinfiammatoria e vasocostrittrice, mentre la cumarina agisce direttamente sul tessuto delle pareti dei vasi capillari diminuendone la permeabilità. L’effetto generale è quello di diminuire la sensazione dolorosa che accompagna spesso l’edema agli arti inferiori e di facilitare il drenaggio a livello microcellulare.

L’estratto di centella asiatica (Hidrocotyle asiatica), elemento a mio parere chiave di entrambe le formulazioni di Cell-Plus Linfodrenyl, si ricava dall’intera pianta originaria dell’India. E’ il rimedio fitoterapico per le vene varicose, le cicatrizzazioni difficili e le varici. Agisce come tonificante e depurante a livello cutaneo ma non solo, la centella svolge anche un’attività vasoprotettrice e cicatrizzante: l’azione vasoprotettrice migliora la funzionalità venosa tonificando le pareti delle vene e diminuendo la stasi venosa, con conseguente miglioramente del ritorno venoso. I principi attivi della centella favoriscono l’utilizzo, da parte delle cellule epiteliali, di due amminoacidi, la prolina e l’ alanina, indispensabili per la formazione del collagene, aumentandone di fatto la produzione. Un migliore apporto di collagene favorisce un miglioramento dei processi pre-varicosi, una diminuzione di peso agli arti inferiori, dei crampi notturni e dell’edema ortostatico. La particolare azione trofica nei riguardi del tessuto connettivo di sostegno facilita il drenaggio della cellulite.

Con il nome Phyllantus si indica generalmente l’intera famiglia. Della pianta esistono diverse varietà e presumibilmente quella utilizzata nei prodotti della linea Cell-Plus Linfodrenyl è la Phyllantus niruri L., pianta molto nota in India e nella medicina ayurvedica, che cresce nelle zone tropicali e subtropicali. Il Phyllantus ha principalmente un’attività diuretica e spesso viene utilizzato per prevenire la formazione di calcoli renali. Molti studi mettono in luce anche un’attività ipoglicemizzante ed antivirale. L’attività antivirale è stata studiata riguardo l’epatite ed il virus Hiv, sembra che la sua azione sia dovuta ai lignani presenti nel suo estratto ed in particolare alla fillantoina e all’ipofillantoina.

L’estratto secco di tè verde (Camellia sinensis) viene ricavato dai boccioli e dalle due prime foglie dei rami ed è indicato per il trattamento del sovrappeso e dell’obesità. L’estratto è ricco di principi attivi tra i quali i più importanti sono la caffeina e i polifenoli, che insieme svolgono un’azione sinergica sulle catecolamine, neurotrasmettitori fra i quali troviamo l’adrenalina, la noradrenalina e la dopamina, aumentandone la produzione e pertanto esercitando un’azione stimolante sul sistema nervoso con evidente miglioramento del tono dell’umore. L’attivazione del sistema nervoso simpatico determina così un aumento della termogenesi (consumo dell’energia dell’organismo) e favorisce così l’eliminazione dei chili superflui. Molte ricerche confermano che il consumo regolare di tè verde fa diminuire in modo significativo il tasso di grassi nel sangue ed in particolare del colesterolo.

L’estratto secco di ginkgo biloba, pianta originaria della Cina, si ricava dalle sue foglie che sono ricche di molti principi attivi: flavonoidi, acidi organici, lattoni specifici di questa pianta, i ginkgosidi e il bilobalide. Tutte queste sostanze, che lavorano in sinergia, rendono l’estratto di Ginkgo particolarmente utile per trattare i problemi circolatori soprattutto cerebrali (è molto spesso usato per i problemi di memoria e di apprendimento). Esercita un’azione vasodilatatrice che previene la formazione di coaguli e migliora la microcircolazione e la fluidità del sangue.

Il cromo è un oligoelemento che si ritrova spesso nei prodotti per la perdita di peso, Cell-Plus Linfodrenyl non fanno eccezione, perché è stato evidenziato dalle ricerche come il complesso formato dal cromo e dall’acido nicotinico rientri nei meccanismi di rilascio dell’insulina, pertanto si ipotizza che una mancanza di cromo possa portare uno scompenso nel metabolismo degli zuccheri. Si suppone anche che il cromo agisca stimolando la combustione dei grassi di deposito. Il cromo è usato sotto forma di sali diversi, polinicotinato, picolinato ecc. sali maggiormente biodisponibili rispetto a semplici sali inorganici. Tuttavia è doveroso precisare che un’evidenza scientifica di tutte queste proprietà attribuite al cromo ancora non esiste.

I bioflavonoidi del limone sono sostanze che conferiscono il classico colore giallo del frutto e vengono ricavati dalla sua polpa. Essi hanno proprietà antiossidanti molto marcate e sono indicati per trattare la fragilità capillare, e la tendenza agli edemi.

Controindicazioni

Dati i numerosi principi attivi presenti è impossibile stilare un elenco esaustivo dei possibili effetti collaterali ed interazioni, mi limito quindi a segnalarne due:

  • L’unica probabilmente davvero pericolosa è relativa al ginkgo biloba, da non associarsi in nessun caso ad anticoagulanti orali.
  • Ricordiamo poi che il Tè verde potrebbe essere controindicato in soggetti particolarmente sensibili alla caffeina.

Opinioni e pareri: funziona?

Avete provato uno dei 2 integratori Cell-Plus Linfodrenyl? Che risultati avete avuto? Avete dei dubbi? Scrivete tutto nei commenti!

Recensioni (0)

Recensioni dei lettori

0.0 su 5
0
0
0
0
0
Cosa ne pensi?

Ancora nessuna recensione.

E tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non solo diete