Alcool, alcolici, dieta e dimagire: come conciliare?

by admin Tag: alcool

Link sponsorizzati

Probabilmente avrete sentito dire che l’alcol può avere delle dannose conseguenze sulla salute, ma sapete veramente tutto ciò che c’è da sapere? Quand’è che una determinata quantità di alcol può considerarsi eccessiva? Scoprite se siete a rischio di bere una quantità eccessiva della vostra bevanda alcolica preferita.

Quanto è sicuro bere?

Gli esperti raccomandano di limitare il vostro livello quotidiano di alcol nel quotidiano a due o tre bicchieri di bevande moderatamente alcoliche al giorno se siete una donna e tre o quattro bicchieri al giorno se siete un uomo, indipendentemente dal peso corporeo. Sarebbe meglio se per alcuni giorni della settimana non beveste alcolici, ma il numero massimo raccomandato di bicchieri al giorno rimarrebbe comunque invariato in tal caso.

Bere in maniera misurata

Se pensate di avere la tendenza a bere troppo, provate i seguenti suggerimenti per limitare il danno:

  1. Alternate una bevanda alcolica con una non alcolica.
  2. Evitate di bere a stomaco vuoto, la presenza di cibo nello stomaco aiuterà a ritardare l’assorbimento di alcol nel sangue e ad evitare che vi possiate ubriacare molto rapidamente.
  3. Sorseggiate la vostra bevanda lentamente in modo che duri più a lungo.
  4. Non ricaricate il bicchiere prima di aver finito un drink in modo da poter tenere d’occhio esattamente quanto si sta bevendo.
  5. Bevete molta acqua prima di andare a letto per reidratare e contribuire a ridurre gli effetti postumi della sbornia.
  6. Sostituite un cocktail molto calorico con uno a basso contenuto di calorie, per esempio un tonic leggero oppure una cola cola light
  7. Provate del vino bianco come uno Spritzer miscelato con acqua frizzante.

Purtroppo tutti i tipi di alcolici possono essere altrettanto dannosi, per cui tutte le raccomandazioni valgono allo stesso modo per il vino, la birra e i superalcolici.

L’alcol è un bene …

E’ dimostrato che il consumo moderato di alcool abbia in realtà un effetto protettivo contro le malattia coronariche tra gli uomini e le donne di età superiore ai 50 anni e tra le donne in post-menopausa.

In particolare il vino rosso contiene sostanze benefiche che possono proteggere le pareti delle arterie.

Gli esperti raccomandano tuttavia di non superare un consumo moderato di vino, uno o due bicchieri al giorno. Se si superano queste quantità gli effetti dannosi, per esempio la cirrosi epatica, sono superiori rispetto agli eventuali effetti positivi dei composti del vino rosso.

… o un male per voi?

Chi beve regolarmente più di tre o quattro bicchieri al giorno sta mettendo la propria salute a rischio. Anche una quantità moderata di alcol produce una serie di effetti negativi a breve termine sul corpo, tra cui un aumento della frequenza cardiaca, delle palpitazioni cardiache, un aumento della temperatura della pelle, debolezza muscolare e vampate di calore del viso. L’alcol favorisce anche la perdita d’acqua dai reni, che può portare a disidratazione, in particolare tra le persone che bevono alcolici (che hanno una più elevata concentrazione di alcool) senza consumare acqua.

Anche la funzione mentale risulta inibita. Per esempio già due bicchieri di vino aumentano la probabilità di avere un incidente di guida, una mezza bottiglia di vino aumenta l’allegria ma allenta le inibizioni.

A lungo termine il consumo eccessivo di alcol può essere dannoso perché la sua tossicità può rendere i nostri processi metabolici irregolari o danneggiarli.

Il consumo di alcool è strettamente legato ad un’elevata pressione sanguigna, ad ictus e malattie cardiache, malattie del fegato, pancreatite e alcuni tumori al seno e all’esofago. Le donne che bevono hanno anche segnalato una diminuzione della libido, irregolari cicli mestruali e, nei casi più gravi, la perdita di fertilità.

In generale l’alcol tende a danneggiare le donne più degli uomini, questo perché le donne hanno un fegato più piccolo e non riescono a metabolizzare l’alcol prima degli uomini con la conseguenza che rimane più a lungo nel loro sistema.

Gravidanza e allattamento

E’ sicuramente preferibile per le donne incinte o quelle che cercano una gravidanza astenersi dal consumo di alcolici durante tutto il periodo della gravidanza. Coloro che scelgono di bere dovrebbero limitarsi a non più di 1 o 2 bicchieri per una o massimo due volte alla settimana. L’alcol può ridurre la capacità di concepimento, se si beve eccessivamente ci si espone ad un maggiore rischio di aborto spontaneo.

L’alcol può passare in piccole quantità nel latte materno dato al bambino, per cui anche le donne che allattano dovrebbero evitare l’alcol. Le donne che non rinunciano completamente al consumo di alcol durante l’allattamento dovrebbero almeno evitare di bere alcolici prima di ogni allattamento.

Curare i postumi di una sbornia

I sintomi di una sbornia sono causati dalla disidratazione e dalla quantità di zucchero nel sangue; non esiste un rimedio miracoloso per rimettervi in sesto, ma provate alcuni dei suggerimenti qui di seguito riportati:

  • Bere molta acqua per tornare ad un buon livello di idratazione.
  • Accrescere i livelli di zucchero nel sangue bevendo un succo di frutta oppure un frullato. Un frullato fatto con latte o yogurt può contribuire a ristabilire lo stomaco e a neutralizzare qualsiasi reflusso acido.
  • Evitare cibo salato, grassi o cibi piccanti che possono irritare lo stomaco.
  • Uscire per una passeggiata all’aria aperta.
  • Evitare ulteriore alcool.
  • Cercare di dormire molto.

Confronto nutrizionale di alcune delle bevande alcoliche più popolari

Infine è importante ricordare che, sebbene l’alcol non contenga grassi, contiene tuttavia molte calorie:

  • 1 bicchiere di vino (125 ml, alcool 12%) = 83 calorie.
  • 0.5 l di birra (5% di alcol) = 165 calorie.
  • 1 bicchierino standard di whisky = 51 calorie.

Se siete soliti consumare alcolici è facile che queste calorie vi facciano rapidamente ingrassare, quindi se state facendo attenzione a controllare la vostra pancia, sarebbe meglio moderare l’assunzione di alcol. Ricordate poi che l’alcol è uno stimolante dell’appetito e se bevete eccessivamente la sera, ciò può portare alla sovralimentazione a tarda notte.

Diabete

I dietologi consigliano che le persone diabetiche, così come il resto della popolazione, non dovrebbero consumare alcolici in eccesso e non dovrebbero bere mai a stomaco vuoto. Quantità maggiori di alcol in combinazione con alcuni tipi di farmaci per il diabete o l’insulina possono aumentare le probabilità di ipoglicemia (un basso livello di zucchero nel sangue) e gli aumenti successivi di glucosio nel sangue.

Traduzione ed integrazione a cura di Francesca Giannino

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. massy

    scusami……..ma quante cretinate sono state dette ???????? gli esperti consigliano uno o tre bicchieri al di?e dimostrato che l alcool ha degli effetti benefici contro le malattie coronariche?????’, intanto chi sono gli esperti?, e poi dimostrato da chi?, forse dalle aziende che producono alcolici?, …………..il corpo umano non ha alcun bisogno di alcool e non lo tollera……..l alcool fa solo danni, e un eresia dire che alcuni cosidetti esperti consigliano uno o due o tre bicchieri al di, infatti nessun medico lo dovrebbe dire anche perche essere medico non significa sapere effetti specifici dell alcool…non avendo fatto un corso speciale riguardo questo problema!..infatti dopo la laurea in medicina ci sono dei corsi specifici per lavorare ad esempio al S.E.R.T., dove lavoro io ………e dove vedo casi che nemmeno immaginate, se un medico dice che un bicchiere al di fa bene o che la nonnina di turno e vissuta fino a 100anni bevendo sempre significa che non conosce il problema , non ha fatto lo specifico corso, e peggio ancora……..beve pure lui!, c e una battaglia in corso da moltissimi anni fra ministero della salute e quello dell agricoltura riguardo l abusivismo di alcool……il primo dice che fa male, di vietarlo, il secondo che fa bene all economia del paese e……..chissa alla nonnina perche e vissuta fino a 100anni,il bicchiere di vino in se ha pure delle sostanze antiossidanti, anzi avrebbe…., il problema e l alcool in esso contenuto….per finire, NON ESISTE NESSU STUDIO CERTIFICATO DA ESPERTI DOVE VENGA DETTO CHE FA BENE UNO O DUE BICCHIERI,NESSUN MEDICO LO PUO DIRE PERCHE LAUREANDOSI IN MEDICINA NON C E SCRITTO DA NESSUNA PARTE!!!!!,potete scrivere in sto blog come far passare la sbornia quello si……………..ma invogliare falsamente che un pochino di alcool ci da una mano sono emerite C…..E !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!e una vergogna leggere ste cose nel 2012, e poi sono io che devo fare dei corsi a persone che hanno tolto la patente per ebrezza alcolica e continuare a rispiegare che tutto cio che scrivono come ad esempio in questi blog e falso!!!!!!!!!!!!!!!!!! pensateci……….MASSIMO medico specializzato in alcologia(palmanovaUD)

    1. admin

      La ringrazio per il suo intervento che, nonostante i toni, mi permette di vedere il problema sotto un diverso punto di vista che non consideravo; personalmente se proibissero tutto l’alcool non sarebbe un problema, ma da un punto di vista scientifico esistono in realtà numerosi studi che indagano le proprietà benefiche del vino.

      Concordo invece che le frasi cui fa riferimento erano assolutamente mal scritte ed ho provveduto a modificarle:
      Gli esperti non raccomandano di bere 1-2 bicchieri al giorno, ma raccomandano in caso si beva abitualmente di non superare 1-2 bicchieri al giorno.

      Di questo ha ragione e mi scuso.

      Per il resto, anche se capisco perfettamente il suo punto di vista, osservando in modo prettamente scientifico la questione non è corretto dire che l’alcool è dannoso a prescindere:

      http://www.fondazioneveronesi.it/la-tua-salute/alcol-le-tappe-della-salute/non-tutto-l-alcol-vien-per-nuocere/1535
      http://www.mayoclinic.com/health/red-wine/HB00089/NSECTIONGROUP=2 (al fondo trova la bibliografia)

      Come sempre ritengo che sia il buon senso a fare la differenza, altrimenti dovremmo proibire anche i fritti che da un punto di vista nutrizionale non hanno alcuna utilità; sul fumo di sigaretta sarei invece d’accordo, ritengo che invece un consumo moderato di alcool non sia di per sé condannabile, perché in dosi ridotte che io sappia non esistono studi che ne provino un bilancio negativo dal punto di vista della salute.

      Rimango in ogni caso in attesa del suo parere, perché ritengo che una discussione costruttiva ed obiettiva sia sempre utile a tutti.

  2. Anonymous

    Scusi, medico, ha perfettamente ragione.. L’alcool fa male.. Così come le porcherie sostitutive che proponete voi nei sert o nei CPS.. Meglio morire di cirrosi vivendo in modo dignitoso, certo, nn come i barboni sporchi che puzzano, che vivere come un automa, per giunta strano (e nn nel senso buono) pieno di antidepressivi.. L’alcol sta all’economia come le medicine alle case farmaceutiche.. E voi le prescrivete come caramelle.. Vergogna..
    PS si può bere senza essere conciati come la gente che viene da lei e senza farsi ritirare la patente.. Questo nn è il destino di tutti coloro che bevono qualche birra o un bicchiere di vino..

  3. Anonymous

    Mi dispiace, personalmente sto facendo una dieta molto restrittiva (una no carb per intenderci) e riesco a rispettarla solo ed esclusivamente se mi concedo una birra (33 cl) al giorno. Qual’è il male minore? Vivere la dieta aspettando che frani tutto o concedere uno sgarro calcolato all’organismo?

    1. admin

      Spesso un compromesso è la scelta migliore, ma a mio avviso in questo caso il compromesso è una dieta più equilibrata e niente alcool.

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.