Adipesina Uomo: uso, prezzo e recensione. Funziona?

by admin
Giudizio:
Tag: Adipesina Dietalinea

Link sponsorizzati

Adipesina Forte Uomo è la nuova proposta Dietalinea per dimagrire specifica per il sesso maschile.

Adipesina Forte Uomo

Il prodotto si presenta in un’elegante confezione nero-lucida, contenente 10 flaconcini monodose da 50 ml l’uno, per un totale di 0.5 l di integratore.

Posologia ed uso

Il modo di assunzione consigliato per Adipesina Uomo prevede 1 flacone al giorno da bere preferibilmente prima del pasto principale (colazione, pranzo o cena) diluito in un bicchiere d’acqua.

Si consiglia di agitare bene il flaconcino prima dell’uso, per disperdere eventuali tracce di estratti vegetali che, anche se visibili ad occhio nudo, non sono segno di problemi di conservazione o preparazione.

Per trattamenti di durata superiore ai 21 giorni si consiglia il parere di un medico.

Prezzo

Il prezzo consigliato di Adipesina Forte Uomo è di € 36.00, pari a € 3.60 al giorno.

Composizione ed ingredienti

Vediamo quali sono i principali ingredienti di Adipesina Forte con Fucoxantina Uomo;

estratti secchi di :

  • alghe Wakame (Undaria pinnatifida) arricchite con fucoxantina;
  • frutti di Tribulus terrestris (Tribulus terrestris L);
  • foglie di Carciofo (Cynara scolymus);
  • foglie di Tè di Giava(Orthosiphon stamineus);
  • foglie di Tè verde(Camelia sinensis);
  • semi di Guaranà (Paullinia cupana);
  • semi di Caffè verde (Coffea arabica);
  • scorza di Citrus aurantium (Citrus aurantium);
  • foglie di Banaba (Lagerstroemia speciosa);

e zinco sotto forma di gluconato.

La Wakame è un alga bruna, molto nota ed usata in Giappone e che sta avendo un notevole successo anche qui in Occidente insieme ad altre alghe come la nori e la kombu. Vengono di solito usate in cucina per la loro buona quantità di sali minerali.

I principali componenti dell’alga Wakame, il principio attivo cardine di Adipesina Uomo, sono il fucano (sottoforma di polisaccaride solforato) e l’acido alginico presente in due forme stereochimiche, l’acido D-mannuronico e l’acido L-galuronico. Il fucano, come azione è simile all’eparina cioè ha effetti anticoagulanti e l’acido alginico invece essendo un polisaccaride a lunga catena quando è ingerito e a contatto con l’ambiente acido dello stomaco si trasforma in un gel non digeribile che aumenta la velocità del transito intestinale. La fucoxantina, anch’essa contenuta nell’alga ed in generale nelle alghe brune, è salita agli onori della cronaca per le sue supposte proprietà di ridurre il grasso addominale come alcune recenti ricerche giapponesi eseguite esclusivamente su animali sembrano dimostrare. Tuttavia, al di là delle conferme scientifiche, questa molecola è appunto già usata come rimedio contro l’obesità.

Il Tribuls terrestris è una pianta usata da molto tempo in India per aumentare la fertilità maschile e femminile ed è conosciuta dalla medicina tradizionale cinese per le sue proprietà colagoghe. Sembra che questa pianta, quando assunta, riesca ad innalzare temporaneamente i livelli di ormoni sia maschili che femminili, pertanto è da sempre considerato un afrodisiaco. Tuttavia recenti studi hanno per così dire demolito le illusioni di molti sull’efficacia di tale pianta nel senso che non sussistono le evidenze sperimentali di un significativo aumento dei livelli ad esempio di testosterone. Certamente intorno a questa pianta è nato negli anni scorsi un grande business negli ambienti dei bodybuilders e negli ambienti sportivi antagonisti, ma che alla luce delle prove di laboratorio non ha ragione di essere.

Il carciofo è una pianta ad azione colagoga e coleretica cioè aiuta il fegato nelle sue funzioni ed aumenta la secrezione biliare. Il carciofo e i prodotti da esso derivati hanno caratteristiche digestive. Queste sue proprietà sono dovute alla presenza di cinarina, sostanza amara, la cui azione è resa più efficace dai sali minerali ed dagli oligoelementi anch’essi presenti nelle foglie di carciofo. Quindi ciò che agisce è un fitocomplesso in realtà e non un’unica sostanza come avviene del resto per tutti i prodotti fitoterapici.

L’Ortosiphon, detto anche tè di Giava, proviene proprio dall’Indonesia ed è ormai abbastanza conosciuto ed usato anche da noi. Ha proprietà diuretiche e drenanti grazie alla presenza di flavonoidi, polifenoli ed oli essenziali. Oltre che ad esercitare le suddette azioni, questa pianta diminuisce il tasso di colesterolo e contrasta la formazione di acido urico. Lo si ritrova spesso in prodotti come questo per la perdita ed il controllo del peso. Non sono noti effetti collaterali anche se assunto a lungo.

Il tè verde, altra sostanza cardine di Adipesina Uomo, contiene caffeina e polifenoli che agiscono stimolando la produzione di serotonina, noradrenalina, dopamina ecc, cioè alcuni neurotrasmettitori che regolano il tono dell’umore e la sensazione di benessere. Questa azione si ripercuote sul sistema nervoso simpatico provocando un aumento della termogenesi, cioè il dispendio energetico basale dell’organismo, favorendo così l’eliminazione dei chili superflui.

Il guaranà contiene una notevole quantità di caffeina, più del caffè e del tè, e la sua azione stimolante deriva proprio dalla sua presenza. La caffeina, si sa, contribuisce a bruciare i grassi. Questa pianta esercita un’azione stimolante generale che conferisce benessere e vitalità.

Il caffè verde è una pianta che proviene dell’Etiopia e possiede diverse proprietà: esercita un’azione tonica, stimolante ed antiossidante ed ipoglicemizzante. I numerosi estratti di caffè verde che si trovano in commercio si differenziano in base al contenuto di polifenoli fra i quali quello più importante è l’acido clorogenico. Esso è un potente antiossidante ed ha la capacità di esercitare un blando controllo sulla quantità di zuccheri nel sangue. Questa pianta è indicata anche per il trattamento della cellulite per il suo potere drenante.

L’arancio amaro è ricco di composti molto simili alle ammine come la N-metilsinefrina, la Sinefrina e la Tiramina, le quali hanno un benefico effetto su tutti i meccanismi che presiedono al metabolismo infatti agiscono soprattutto aumentando la termogenesi contribuendo così alla perdita del peso corporeo, della parte grassa in particolare. La sua proprietà più nota della banaba è quella ipoglicemizzante e viene impiegata soprattutto per il trattamento dell’obesità. Uno dei componenti principali dell’estratto di banaba è l’acido corosolico che sembra riesca a stimolare il trasporto del glucosio all’interno delle cellule con un’azione molto simile a quella dell’insulina. Molte ricerche sembrano effettivamente dimostrare la sua efficacia e ne deriva che questa pianta sia considerata un rimedio prezioso per combattere l’obesità ed il diabete alimentare dovuto proprio al sovrappeso.

Lo zinco, unico principio attivo non vegetale di Adipesina Uomo, è un oligoelemento essenziale per l’uomo ed interviene nel processo di assorbimento delle vitamine in particolare quelle del gruppo B che sono quelle più strettamente legate al metabolismo. Lo zinco inoltre è efficace come stabilizzatore del tasso di zucchero nel sangue, sembra infatti che agisca sull’insulina prolungandone l’effetto.

Controindicazioni

A causa delle sostanze eccitanti ed energizzanti presenti Adipesina Uomo è sconsigliato a pazienti in cura per problemi di cuore od in generale al sistema cardiocircolatorio, inclusi problemi di entità medio-severa di pressione alta.

Poichè un uso eccessivo può dare effetti lassativi, si consiglia prudenza in caso di intestino irritato o problemi di colite.

Opinioni e pareri: funziona?

L’avete provato? Che risultati avete avuto? Avete dei dubbi? Scrivete tutto nei commenti!

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Enrico

    Io l’ho provato per la prima volta proprio stamattina… A 10 minuti dall’assunzione l’ho subito rigettato… Sapreste dirmi come mai? Ho 24 anni, peso 83 kg, non ho nessuna particolare malattia o sofferenza…. Preciso che l’ho assunto a stomaco vuoto… Sarà x quello?
    Ciao e grazie!

    1. admin

      Sì, è possibile che lo stomaco vuoto abbia influito; una volta rimesso è stato meglio oppure sta ancora male adesso?
      Soffre di qualche allergia?

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.