Dimagrire davvero: la dieta più efficace e quelle da evitare

by admin Tag: atkins banana sangue zona

Link sponsorizzati

State pensando: nuovo anno nuova forma? Beh, non crediate che le diete, le diete che non funzionano ed in particolare quelle più particolari e meravigliose, possano farvi rimettere magicamente in forma ogni anno a gennaio.

Qui di seguito si riporta la lista delle peggiori diete, quelle da evitare per questo nuovo anno, secondo la British Dietetic Association.

Dieta della zuppa di cavolo e delle zuppe che bruciano grassi

In primo luogo nessun alimento può bruciare i grassi, ma solo l’attività fisica può farlo. Questa dieta è una di quelle tradizionali maggiormente preferite ed è basata su una pseudo-scienza. Esistono varie versioni di questa dieta, ma tutte queste implicano allo stesso modo che la dieta sia in gran parte costituita da zuppe fatte in casa, che a lungo termine possono portare a gravi carenze nutrizionali, e nella maggior parte dei casi le persone trovano che sia difficile gestire una dieta a base di zuppe e cominciano ad avere il terrore dei pasti.

Diete disintossicanti

Il corpo umano è molto complesso ed è in grado di disintossicarsi da solo. Il fegato lavora per liberare il corpo dalle tossine di tutti i giorni per cui non è certamente necessaria una dieta speciale per raggiungere quest’obiettivo. Rese spesso popolari da alcuni personaggi famosi che ne sono testimonial, queste diete consigliano di eliminare completamente alcuni gruppi alimentari e di limitarsi esclusivamente a frutta, verdura e acqua. Come si può facilmente intuire, a lungo termine queste diete possono portare a carenze nutrizionali, dal momento che interi gruppi di alimenti vengono aboliti.

Dieta del succo d’acero

Questa dieta è divenuta popolare grazie alla pop star Beyoncé, che ha perso chili grazie ad essa . Si basa sullo sciroppo dell’albero Madal Bal, costituito dalla linfa degli alberi di acero, che si ritiene purifichi l’organismo dalle tossine! Lo sciroppo è mescolato con succo di limone, acqua, pepe di Cayenna e se ne dovrebbe bere qualche sorso fino a nove volte al giorno, ciò si traduce in un’assunzione di meno di 600 calorie al giorno.

Le diete che prevedono 600 calorie al giorno non dovrebbero mai essere intraprese senza previo controllo medico, perchè possono essere pericolose per la salute. Oltre ad essere difficili da seguire possono portare anche ad un isolamento sociale, nel lungo termine questa dieta potrebbe essere dannosa per la salute perché non contiene proteine, fibre, vitamine o minerali.

Dieta della banana e del burro di arachidi

Non esistono alimenti buoni o cattivi, mentre esistono diete buone e diete cattive, in particolare non sono così buone quelle che cercano di limitare l’assunzione di un certo insieme di prodotti alimentari. Questa dieta consiglia di mangiare sempre gli stessi alimenti ad ogni pasto. L’apporto di energia fornito da questi alimenti può diminuire semplicemente eliminando i cibi molto grassi e zuccherati. La conseguenza è che a breve il momento del pasto può divenire un momento noioso,in cui si perde la gioia di gustare nuovi sapori.

Dieta Atkins

Molto in voga alcuni anni fa, questa dieta si basa su un alto contenuto di proteine e un apporto molto basso di carboidrati. La versione più rigida di questa dieta si basa sull’eliminazione di pane, patate, pasta, riso o cereali e solo una quantità minima di frutta e verdura. Mangiare molto formaggio, carne o bacon può sembrare accattivante fino a che non si ricorda che questi alimenti sono anche più saporiti con …. i carboidrati. Questa dieta va contro il messaggio di mangiar sano, può portare ad un elevato consumo di grassi saturi e praticamente elimina le 5 porzioni di frutta e verdura al giorno che aiutano a ridurre le malattie cardiache, ictus e alcuni dei tumori più diffusi dei paesi occidentali.

Dieta a Zona

Se volete qualcosa di più complesso, allora questa dieta è quella che fa per voi! La dieta a zona non è molto flessibile e si basa su delle percentuali fisse: 40% di carboidrati, 30% di proteine e 30% di grassi, andando contro le raccomandazioni della Food Standard Agency. Il tempo e l’impegno richiesti per elaborare un piano alimentare che rispetti esattamente queste percentuali sono considerevoli, per cui questo tipo di dieta risulta più complicata rispetto alla scelta di apportare dei piccoli cambiamenti nell’alimentazione, che nel lungo termine porterebbero ad una sana perdita di peso.

Dieta del guerriero

Nota anche come dieta del cacciatore o dieta del cavernicolo, esistono diverse varianti di questa dieta, ma in generale si basa sul consumo di un pasto principale al giorno tra le 17 e le 19, quando si pensa che i cacciatori siano di ritorno col bestiame. Durante le restanti ore della giornata si possono mangiare alimenti come noci e frutta secca. Ma in verità, fare la prima colazione e seguire dei pasti regolari è la chiave per perdere chili e mantenere il peso raggiunto a lungo termine ed inoltre le noci e la frutta secca, anche se ad alto contenuto di sostanze nutritive, sono anche ad elevato contenuto energetico (calorie).

Dieta del gruppo sanguigno

E’ un’altra dieta a basata su una pseudo scienza, l’inventore riteneva che il gruppo sanguigno potesse influenzare il modo in cui le varie sostanze nutritive vengono ripartite nel corpo.

  • Gruppo sanguigno A – dieta a base vegetariana senza latticini,
  • Gruppo sanguigno B – dieta variata,
  • Gruppo sanguigno AB – Combinazione delle diete per A e B – quindi da un lato comprende una dieta variata, e dall’altra una dieta vegetariana?
  • gruppo sanguigno O – il gruppo sanguigno più comune- alta percentuale di carne, abolizione di latte o grano … Suona familiare essendo simile alla Atkins.

Eliminare determinati alimenti in base ai gruppi sanguigni può portare a delle carenze nutrizionali, ad esempio diminuire i latticini nella dieta può comportare a lungo andare un rischio di carenza di calcio.

Conclusione

Rachel Cooke, dietologa registrata presso l’ospedale St. Martins a Bath nonchè portavoce della British Dietetic Association, ha dichiarato: “Ci sono molte differenti diete disponibili e l’eventuale perdita di peso che si verifica è semplicemente dovuta al fatto che si assumono meno calorie rispetto a quanto si stava facendo in precedenza, ma non al fatto che si apportano delle modifiche durature al quotidiano comportamento alimentare; non esiste nessun’altra magica ragione.”

“Non può sembrare il modo più stimolante per perdere peso, ma una sana alimentazione, l’attività fisica e cambiare permanentemente il comportamento alimentare non solo funziona, ma aiuta a mantenere col tempo il peso raggiunto”.

Traduzione a cura di Francesca Giannino

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. A.

    Buongiorno, ho letto su internet degli articoli che descrivevano le proprietà positive del succo/sciroppo d’acero (da bere diluito al posto di un pasto principale o come spuntino).

    Il mio dubbio è se devo cercare il “succo” o lo “sciroppo” d’acero e dove posso acquistarlo (farmacia, erboristeria o supermercato?).

    Inoltre, secondo lei, può avere controindicazioni o interazioni con medicinali? (Assumo Eutirox ed Evra). Grazie!

    1. admin

      Mi dispiace, ma personalmente non condivido assolutamente la sostituzione di un pasto con altro (che sia sciroppo d’acero od altro non fa differenza); questi approcci sono a mio avviso il modo giusto per riprendere tutti i chili persi appena si ritorna ad una dieta normale.

  2. A.

    Dal mio punto di vista (da profana della materia dato che ho una laurea in lingue!) sicuramente ha ragione per quanto riguarda la sostituzione dei pasti; ma eventualmente, utilizzato a modo di integratore (in questo caso di vitamine e/o altri elementi che adesso non ricordo), quindi al mattino o a metà pomeriggio, non potrebbe essere migliore e più sicuro di altri integratori in commercio proprio perchè prodotto esclusivamente naturale?

    Ovviamente la mia non è una risposta polemica ma è giusto per capire meglio, grazie!

    1. admin

      Nessuna polemica, una discussione costruttiva è assolutamente utile a tutti, me per primo.

      Personalmente sono un po’ scettico su questi approcci; per formazione (farmacista) sono dell’idea che un integratore vada assunto quando sia necessario integrare qualcosa che manca (per esempio, sudando molto d’estate, integro magnesio e potassio con integratori salini), mentre i multivitaminici a mio parere sono un po’ sopravalutati.

      Anche sul fatto del naturale, a mio parere, è ormai purtroppo usato come claim pubblicitario, ma non è sempre vero che naturale sia sinonimo di sicurezza.

      Detto questo, se lei ha piacere di assumerlo come bevanda durante il giorno non ci sono assolutamente controindicazioni (salvo a mio avviso che non sia diabetica, nonostante quello che si legge in rete).

  3. FM

    sono d’accordo che molto diete oltre al fatto che sono sicuramente poco praticabili potrebbero portare d un isolamento sociale con ulteriori danni di altra natura… è anche vero che non userei la parola di dieta l’uso dello “sciroppo dell’albero Madal Bal”… Mi spiego meglio… non credo che l’uso di tale prodotto sia un sostitutivo della alimentazione “tradizionale di ognuno di noi” ma sia una soluzione, secondo me ottima, da usare esempio ogni 2/3 mesi per quache giorno proprio per “disintossicare” il corpo da un alimentazione che “normalmente facciamo” che non brilla forse per “genuinità”… anche perché se è vero come è vero che alcune diete sono complesse da fare e seguire da un punto di vista pratico… anche l’assunzione di cibi “genuini” comporterebbe non poche complicazioni… dovendo andare a reperire i vari alimenti in vari parti… e non semplicemente al supermercato dove di fatto siamo abituati… Mentre “aiutare” il corpo a “ripulirsi ogni tanto” oppure dopo dei periodi un pò più pesanti (vedi periodo natalizi) non credo sia errato, anzi auspicabile… In poche parole e concludo… è chiaro che si dovrebbe stare attenti a ciò che si mangia… ma è anche vero che la “socializzazione” porta a volte a stili salutari che non sono proprio il massimo… e quindi ogni tanto una “pulita” non fa male… ed tale sciroppo credo che in quei pochi giorni è perfetto… grazie PS Parliamoci chiaro nel 90% dei casi… un piccolo periodo di digiuno con lo sciroppo non può far male di certo… e come sostengono moltissimi, è nel “digiuno” che ci si rienergizza… lo trovo difficile dopo una frittura od una bella bistecca con patate al forno e vino rosso… Grazie

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.