Bolina: integratore con CLA per dimagrire

by admin
Giudizio:
Tag: Bolina carboidrati fibra grassi PoolPharma

Link sponsorizzati

Bolina

Bolina è un recente integratore, prodotto e commercializzato da PoolPharma, che va ad aggiungersi alla folta schiera dei prodotti coadiuvanti le diete per dimagrire; Bolina viene venduto in confezioni da 60 compresse al prezzo consigliato di € 29.50.

La posologia consigliata è di “5- 6 compresse da consumarsi, appena prima o durante i pasti, in proporzione ai carboidrati assunti con la dieta. Si consiglia l’assunzione di 2 compresse ad ogni pasto (colazione, pranzo e cena)”.

E’ facile quindi calcolare che una confezione dura 10 giorni, per un prezzo giornaliero di circa € 3.00.

Come la maggior parte degli integratori per dimagrire, anche Bolina viene presentato sottolineando la sinergia di diverse azioni:

  • Raggiungimento veloce del senso di sazietà,
  • ridotto assorbimento dei carboidrati assunti con la dieta,
  • mobilizzazione dei grassi accumulati nell’organismo.

Valutare con obiettività l’efficacia del prodotto è francamente impossibile: troppe le variabili in gioco, legate a variabilità nella risposta individuale, dieta assunta, eventuale esercizio fisico, … Proviamo quindi, almeno, a valutarne la composizione per capire dove nascono le proprietà dell’integratore.

Composizione:
  • Fibra Frenata (64,8%) (composta da: Inulina, Gomma Guar, Fibra di Frumento, Psillio (Plantago Ovata) Semi Polvere);
  • Inositolo;
  • CLA, ossia Acido Linoleico Coniugato da Olio di Girasole Microincapsulato (Contenente: Carboidrati, Proteine da Latte, Lecitina di Soia);
  • Olio di Palma Non Idrogenato;
  • Antiagglomeranti: Cellulosa Microcristallina, Carbossimetilcellulosa Sodica, Biossido di Silicio, Acido Stearico;
  • Agenti di Rivestimento: Gomma Lacca, Idrossipropilcellulosa;
  • Coloranti: Titanio Biossido, Ferro Ossido.

La fibra frenata è una miscela di fibre alimentari, cui sono scientificamente riconosciuti effetti benefici sulla funzionalità intestinale; le fibre, sostanze indigeribili per l’apparato digerente umano, riducono l’indice glicemico degli alimenti, danno un lieve senso di sazietà e fanno aumentare la massa delle feci facilitando lo svuotamento dell’intestino.

L’indice glicemico di un alimento è una misura dell’aumento della glicemia, ossia la quantità di zucchero nel sangue, indotto dall’assunzione dall’alimento stesso: in altre parole misura quanto zucchero viene assorbito dopo aver consumato un dato alimento. E’ intuitivo che, diminuendo la quantità di zuccheri assorbiti, diminuiscono le calorie assunte col pasto contribuendo alla buona riuscita della dieta.

L’inositolo è stato associato negli anni a numerose funzioni nell’organismo umano: ai fini di una dieta dimagrante si vuole sfruttare la sua azione sul metabolismo dei grassi, in particolare mobilizzando quelli già presenti nel fegato.

CLA, Acido Linoleico Coniugato

L’acido linoleico coniugato, conosciuto anche con l’acronimo di CLA (Conjugated linoleic acids), è l’insieme di 13 diversi tipi di acido linoleico; è possibile trovare CLA sia nel mondo animale (latte e latticini, carne) e vegetale (come nell’olio di girasole, da cui è estratto quello utilizzato per la preparazione di Bolina).

E’ stato particolarmente in auge fino a qualche anno fa per la sua azione dimagrante, dimostrata da alcuni studi e non pienamente confermata da altri. L’effetto ipotizzato prevede una riduzione della massa grassa a favore della massa magra.

La prima sperimentazione scientifica relativa al CLA risale al 1997: questo studio sembra mostrare una diminuizione della massa grassa pari al 20%, a favore però dell’aumento della massa magra.

E’ necessario tuttavia sottolineare che l’uso di CLA nel controllo del peso corporeo,deve essere sempre associato ad una dieta equilibrata ed ipocalorica, oltre ad una moderata ma costante attività fisica.

Studi scientifici più recenti ipotizzano ulteriori effetti benefici di questo acido grasso, come antissodante, cardioprotettore ed alcuni positivi effetti sull’equilibrio insulinico: in realtà dati definitivi ancora non ne esistono, quindi le indicazioni e le evidenze in letteratura sono ancora piuttosto vaghe ed incerte.

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. miriam

    devo dimagrire almeno 30 kili e vorrei sapere se questa cura bolina puù avere delle controindicazioni per chi ha problemi di tiroide, calcolando che prendo eutirox 50…grazie.

  2. admin

    A mio parere non dovrebbero sussistere controindicazioni, ma potrebbe essere utile un esame del sangue a distanza di 1-2 settimane per verificare una corretta funzionalità.

  3. admin

    Mi perdoni, ma non capisco a cosa si riferisca; se intende le esperienze di chi l’ha provato può visitare periodicamente questa pagina per verificare se ci sono nuove esperienze fra i commenti.

  4. Ally

    Ciao…io sono seguita da una dietologa da circa 3 anni…per i primi 2 anni ho perso 20 kg semplicemente mangiando BENE…ma gli ultimi 5 kg…nn ne vogliono sapere di andarese…e qst a cusa del mio metabolismo che si può definire MORTO!…allora la mia dietista mi ha consigliato la Bolina…ed è circa 2 mesi e mezzo che la prendo…ma non ci sono segnali di miglioramento…sono sempre uguale…spero che sia perchè ci vuole più tempo…baci baci…spero che la mia esperienza vi sia d’aiuto

  5. Sole

    Salve….. Sono iperinsulinemica, ipotiroidismo ed inoltre con un ck intraduttale.. Già asportato… E ancora un anno di tamoxifene ed enantone. Ho 37 anni.. Questa bolina…… Va bene per me? Grazie

    1. admin

      Anche se non ravvedo controindicazioni specifiche, nei casi di politerapia come il suo ritengo che la possibilità di benefici non giustifichi il rischio di interazioni.

  6. laura

    Io lo usato x piu di 3mesi…senza attività fisica ma solo con una dieta bilanciata…ho perso ben 16 kg e passato piu di un anno e o solo preso 2kg gr che vanno e vengono…:-)

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.