Cyclette per dimagrire: perchè è così utile?

by admin Tag: bicicletta cyclette

Link sponsorizzati

La cyclette si rivela un ottimo strumento per dimagrire (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Fahrrad-Ergometer_01_KMJ.jpg)

La cyclette si rivela un ottimo strumento per dimagrire (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Fahrrad-Ergometer_01_KMJ.jpg)

Tra i diversi strumenti  disponibili per l’home fitness più presenti nelle case degli italiani occupa un posto d’onore la cyclette, che non a caso è uno dei migliori per chi vuole dimagrire o semplicemente mantenersi in forma ed in salute.

La cyclette ha infatti molti benefici:

  • obbliga le caviglie e le ginocchia a lavorare, tenendole attive;
  • aiuta a migliorare la respirazione;
  • aumenta gradualmente la capacità polmonare;
  • aiuta a migliorare la circolazione sanguigna;
  • riduce gli inestetismi della pelle a buccia d’arancia;
  • tonifica i muscoli della parte inferiore del nostro corpo (le cyclette più professionali sono dotate di vogatori che permettono di allenare contemporaneamente anche gli avambracci);
  • aiuta ad eliminare la tensione accumulata.

Per godere a pieno di tutti le sue proprietà, però, è necessario allenarsi in maniera costante e piuttosto intensiva.

Se non si fa esercizio fisico da molto tempo è necessario approcciarsi alla cyclette con moderazione: la prima settimana si faranno solo una decina di minuti, la seconda settimana si aumenterà a venti minuti, in quella successiva mezz’ora. L’allenamento non dev’essere quotidiano, basta dedicarvi due-tre giorni alla settimana. Quando ci si sarà abituati a questo tipo di sforzo si potrà aumentare ulteriormente la durata, fino a raggiungere i 40 minuti; inizialmente si farà una breve pausa intermedia per consentire al nostro corpo di riposare un po’, poi si raggiungerà l’obiettivo finale, ovvero l’intero allenamento fatto senza soste.

Prima di salire sulla cyclette si raccomandano almeno dieci minuti di riscaldamento, per non cominciare a pedalare a freddo, rischiando così infortuni muscolari. Si consigliano in particolare esercizi per gli arti inferiori e per la schiena, oltre allo stretching, per migliorare la mobilità articolare.

Chiaramente la cyclette non può essere paragonata alla bicicletta, in primo luogo le calorie che si bruciano sono leggermente inferiori. Quando si va in bicicletta, infatti, bisogna affrontare situazioni diverse: salite, discese, pendenze più o meno lievi, che la cyclette non ci offre. Per raggiungere gli stessi obiettivi sarà dunque necessario pedalare un po’ di più.

Ciò non toglie che la cyclette abbia degli indubbi vantaggi rispetto alla bicicletta:

  1. non si deve affrontare lo smog;
  2. non si devono affrontare i pericoli del traffico, specialmente in città dove le piste ciclabili sono poche o addirittura inesistenti;
  3. le condizioni atmosferiche non ci condizionano;
  4. si può fare esercizio a qualsiasi ora e in qualsiasi giorno;
  5. se ci si sente troppo stanchi si può smettere, senza dover affrontare la strada del ritorno;
  6. non c’è il rischio di bucare lontano da casa, con tutte le noie che ne conseguono.

Prima di cominciare

Prima di salire sulla cyclette è necessario regolarla, per garantirci una postura corretta. Tutti gli strumenti danno la possibilità di scegliere l’altezza della sella e l’altezza del manubrio, a seconda della nostra corporatura.

Molte cyclette sono poi dotate di cardiofrequenzimetro, un importante apparecchio che tiene sotto controllo il battito cardiaco senza smettere di pedalare, semplicemente appoggiando il polso o il dito su una placca di metallo inserita sul manubrio stesso. Si tratta di uno strumento fondamentale per avere maggiori informazioni sugli sforzi che a cui stiamo sottoponendo il nostro corpo, quindi se sulla nostra cyclette non è presente è bene rimediare con un cardiofrequenzimetro a fascia toracica.

In genere, se non si hanno problemi cardiovascolari, si può mantenere il battito cardiaco costante, a circa 100-110 battiti al minuto.

Molte cyclette hanno poi un display, su cui viene visualizzata la distanza che abbiamo percorso, la velocità e il numero di calorie bruciate: spesso però queste non sono del tutto attendibili, poiché non valutano la resistenza.

L’importanza della motivazione personale

Allenarsi con la cyclette è utile, ma comporta uno sforzo non indifferente. Molte persone sono tentate ad abbandonare l’attività dopo poche settimane dall’inizio, poiché non vedono risultati. Come in tutte le cose tuttavia è chiaro che non si può pretendere un miglioramento immediato, ma una graduale ri-messa in forma.

Un altro rischio è quello legato alla potenziale noia: pedalare per mezz’ora fissando la parete della stanza non è certo soddisfacente come guardare il paesaggio in bicicletta! Si consiglia dunque di ascoltare della musica o di guardare la televisione: il display degli apparecchi più moderni può diventare esso stesso uno schermo tv o un lettore mp3. In ogni caso attenzione a non distrarsi troppo: si rischia di perdere il ritmo.

Dimagrire con la cyclette è quindi non solo possibile, ma anche un modo decisamente efficace, al solo prezzo della propria forza di volontà.

Marzia Tomasoni

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. marty76

    Ancora più utile è la cyclette con la dinamo attaccata..se pedali guardi la tv, se no..nada!
    La cosa può essere incentivante,a suo modo..

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.