10 segreti per dimagrire senza fatica

by admin Tag:

Link sponsorizzati

Non mettersi a dieta…

…o per lo meno non farlo nel tradizionale senso della parola, inteso come privazione e nell’ottica del tutto o niente.

“Devi sbarazzarti di questo modo di approcciarti alla dieta e renderti conto che ciò che stai facendo è un cambiamento nel tuo stile di vita”, afferma Anne M. Fletcher, autrice della serie di libri ‘Thin for life’ (una dieta per la vita). E aggiunge: “Devi ridurre le calorie se vuoi mantenerti snello, ma per farlo devi rivalutare ciò che mangi ed essere più accorto nelle tue scelte alimentari, senza cercare una soluzione rapida e/o seguendo una dieta squilibrata.”

La ricerca ha anche dimostrato che le persone snelle tendono ad avere una migliore qualità della vita rispetto alle persone in sovrappeso, mangiano più frutta, verdura, fibre e bevono più acqua, indice di una vita alimentare sana che consente di assumere maggiori quantità di cibo senza alterare il numero delle calorie.

Controllare il proprio peso

Le persone snelle sanno quanto pesano e usano frequentemente la bilancia per tenere sotto controllo il loro peso. Questa non è un’abitudine noiosa, ma è semplicemente un modo per poter cogliere immediatamente un aumento di 2 kg prima che si possa trasformare in uno da 10 kg. “L’obiettivo è di mantenere il peso entro un intervallo di 2 kg, e se invece si verifica un aumento che va al di sopra di tale zona cuscinetto, assicurarsi di avere un piano d’azione immediato per risolvere il problema”, suggerisce la Fletcher.

Fare regolare attività fisica

“Nella mia ricerca nove persone su dieci che hanno perso peso chili hanno poi mantenuto il peso raggiunto tramite una regolare attività fisica che è divenuta una parte fondamentale della loro vita”, spiega la Fletcher. Anche se non si è mai stati fanatici del fitness, non è mai troppo tardi per muoversi. Anche fare una passeggiata di 15 minuti al giorno può essere un primo passo in questa direzione. Una volta che cominciate a godere dei vantaggi dell’esercizio fisico nel senso sia di bruciare calorie che di sollevare il proprio umore , inizierete a cercare modi sempre più interessanti per continuare i vostri allenamenti. Iscrivetevi ad una palestra locale in modo da usare diverse macchine e così da seguire lezioni sempre nuove. Trovate degli amici con cui andare a passeggiare o provate ad eseguire esercizi in casa.

Non risolvere i problemi con il cibo

Quasi tutti sono colpevoli del fatto di affogare di tanto tanto i propri dispiaceri in un bicchiere di vino o in una manciata di biscotti, ma sicuramente le persone magre non ne fanno un’abitudine.  “Si tende a mangiare di più per ragioni puramente emotive”, spiega la Fletcher. Quando si è sconvolti per qualche evento (oppure annoiati, frustrati, arrabbiati), sarebbe preferibile chiedere a se stessi: ma è davvero il cibo la soluzione ai miei problemi, oppure mi farà solo finire per sentirmi peggio dopo aver finito di mangiare? Molto probabilmente il cibo non risolverà le tue preoccupazioni, per cui è importante svagarsi con altri piccoli piaceri piuttosto che con il cibo. Ad esempio si potrebbe uscire a fare una passeggiata, oppure guardare un film, chiamare un amico, giocare con i vostri bambini o farsi un bagno pieno di bolle.

Smettere di mangiare quando si è sazi

La maggior parte delle persone magre non fa parte del club piatto-pulito. Invece di mangiare tutti le pietanze che vengono servite senza pensarci troppo, sarebbe opportuno fare attenzione agli stimoli interni di fame e sazietà. “Le persone magre sanno capire quando sono soddisfatte e quindi quando è il caso di smettere di mangiare, anche se si avanza del cibo”, dice Jill Fleming, autore del libro ” Le persone magre non puliscono il piatto” (Inspiration Presentation Press 2005). “Spesso le persone avvertono uno spiacevole senso di pienezza, così hanno imparato a smettere di mangiare prima di raggiungere questa sensazione.”

Non circondarsi di tentazioni

Invece di riempire le credenze di cibo-spazzatura, le persone snelle riempiono le loro cucine di alimenti sani.Ciò non significa che in casa non si possa avere alcuna tentazione, ma semplicemente che non bisogna di circondarsi di dolciumi e snack salati per evitare di mangiarne troppo. Se poi amate cucinare, date la maggior parte dei dolci ai vostri amici oppure ai bambini per portarli a scuola o alle lezioni di calcio, lasciandone solo un pò per voi stessi.

Cedere a qualche tentazione

E’ l’opposto della mentalità di privazione che invece molte persone in sovrappeso (ma a dieta) sposano.Le persone magre mangiano tutto ciò di cui hanno bisogno, concedendosi anche dei piccoli piaceri quotidiani.”La differenza è che lo fanno consapevolmente, scegliendo esattamente ciò che vogliono mangiare, e mangiando lentamente in modo da assaporare meglio.” – afferma la Fleming. Quindi se è la cioccolata ciò che si desidera, non si deve mangiare tutto ciò che si trova con una serie di cibi alternativi che in realtà non soddisfano. Concedetevi invece una tazza di cioccolata calda e soddisfate il vostro desiderio.

Fare la colazione

Secondo il registro del National Weight Control, basato sulle abitudini e sulle strategie di oltre 5.000 persone che hanno conservato col tempo una significativa perdita di peso, circa l’80 per cento di questi fa la colazione ogni singolo giorno. E comunque la maggior parte delle persone magre ha questa abitudine, assicurandosi di fare colazione entro un’ora dal risveglio. “La prima colazione è fondamentale per rompere il digiuno della notte.”, afferma la Fleming, “Finchè introduci cibo nel tuo organismo, il tuo metabolismo non inizia a lavorare.”

Alzarsi e muoversi di più

“Le persone magre stanno raramente sedute” afferma Fleming. Oltre alla loro regolare attività di fitness, tendono a stare maggiormente in movimento con la conseguenza che bruciano più calorie durante tutta la giornata. Inoltre uno studio della Mayo Clinic ha confermato che, in media, un gruppo di persone magre che rimane seduto per due ore in meno rispetto alle persone obese, potenzialmente possono bruciare fino a 350 calorie in più.

Non saltare i pasti

Saltare i pasti può determinare due problemi, e per questo le persone magre sono ben attente a non farlo. Non mangiare per più di 6 ore porta a rallentare il metabolismo e più sei così disperatamente affamato più tendi a mangiare di tutto (anche alimenti poco sani e genuini) e in eccesso. ” Le persone magre mantengono sempre qualcosa nel loro stomaco”, afferma la Fleming. Il modo migliore per ottenere questo risultato è mangiare piccoli pasti ogni 3-4 ore.

Traduzione a cura di Francesca Giannino

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.