La dieta non dieta di Marc Mességué

by admin Tag: Mességué

Link sponsorizzati

Bibliografia: La dieta di un giorno

Marc Mességué: un nome che è diventato sinonimo di benessere, cura equilibrata del proprio corpo e approccio dolce al problema “sovrappeso”. Mességué, che si è sempre segnalato per la grande franchezza e si è distinto dai tanti guru delle diete per un atteggiamento molto realistico, ha confermato candidamente quello che l’esperienza popolare ci racconta ormai da molti anni.

In una recente intervista al quotidiano La Stampa Mességué ha ammesso che durante la sua lunga carriera nel settore ha visto pochissimi pazienti riuscire a dimagrire in maniera definitiva dopo una dieta dimagrante: i suoi stessi pazienti, come racconta lui stesso, ritornavano da lui dopo qualche mese più grassi di prima! La situazione purtroppo si verificava anche nei casi in cui era stata prescritta una dieta dimagrante molto equilibrata, senza intrugli misteriosi, senza cibi demonizzati e proibiti dalla dieta. Il fallimento a lungo termine (e spesso anche a breve termine) di tutte le diete dimagranti, risiede secondo Mességué nel fatto che il corpo si abitua a tutto: il metabolismo è in grado di sopravvivere anche con molto meno delle famigerate 1200 kilocalorie al giorno che ci vengono propinate come un regime a bassissimo contenuto calorico. Dopo poche settimane perciò l’effetto dimagrante si annulla e non si può certo rischiare di affamarsi abbassando ulteriormente l’apporto calorico.

Quale potrebbe essere la soluzione allora? Semplicemente, dice Méssegué, non seguire nessuna “dieta dimagrante” così come l’abbiamo intesa fino ad oggi, cioè un periodo di semi-digiuno forzato, magari intenso, ma concentrato e limitato nel tempo. Invece di affamarsi tutti i giorni per un breve periodo di tempo, sarebbe meglio stare a stecchetto un giorno alla settimana per… sempre. Semplicemente Méssegué consiglia di riprendere l’antica abitudine del venerdì di magro, ovvero un giorno a settimana con cibi leggeri, senza carne, un precetto religioso che serviva per rendere per evitare i peccati di gola dei ricchi e dei preti, gli unici che soffrivano di gotta per le troppe proteine. “Se anche oggi si seguisse questa regola per un giorno alla settimana, senza grassi, senza sale, solo con proteine magre e verdure, dopo una colazione con la giusta dose di carboidrati (30 grammi di fette biscottate integrali con marmellata o miele), saremmo tutti più in forma”, così afferma Méssegué che da anni propone questa dieta ai clienti che frequentano la sua esclusiva beauty farm in Umbria.

Questa “dieta non dieta” non sarà un regime da seguire per qualche mese, ma la normalità della propria alimentazione quotidiana durante tutto l’anno. Un giorno alla settimana può sembrare un periodo troppo breve, ma “se si moltiplica un giorno per le 52 settimane del calendario – sostiene Mességué -, alla fine dell’anno il soggetto sarà stato a dieta quasi due mesi, un tempo lunghissimo, impossibile da resistere se fatto di seguito.”

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. ross

    Penso che sia giusta la teoria del disintossicamento… senza gradi sacrifici…lo dovrebbero fare tutti… e soprattutto i suggerimenti della dieta messegue’ non e’ affatto faticosa… Grazie a coloro che danno giusti suggerimenti

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.