Dieta HCG: funzionano gli integratori contenenti beta HCG?

by admin Tag:

Link sponsorizzati

Chiunque abbia provato a mettersi a dieta (molti di noi, a dire il vero) sa che ci sono molti modi ragionevoli di perdere peso, come

  • le diete bilanciate,
  • l’esercizio fisico,
  • il metodo dell’imposizione di obiettivi realistici.

Tra i modi per perdere peso, però, ce ne sono anche di sconsiderati, come le mode e i sedicenti aiuti che promettono di dimagrire rapidamente, ma spesso consigliano pratiche potenzialmente pericolose.

Tra di essi parliamo oggi dei prodotti dimagranti a base di ormone HCG: sono in vendita senza obbligo di ricetta come prodotti (spesso come omeopatici), e chi li usa deve seguire una dieta molto restrittiva.

La Food and Drug Administration americana (FDA), una sorta di Ministero della Salute statunitense, consiglia ai consumatori di evitare questi prodotti “omeopatici” a base di HCG (gonadotropina corionica umana o ormone della gravidanza), sotto qualsiasi forma farmaceutica (sono in commercio sotto forma di gocce, pastiglie e spray, in Italia principalmente su Internet).

La FDA e la FTC (Federal Trade Commission) hanno mandato diverse lettere di avvertimento alle aziende, contestando loro di aver messo in commercio farmaci dimagranti omeopatici illegali a base di HCG, non approvati dalla FDA e la cui efficacia non è stata dimostrata.

(Per un elenco di produttori, distributori e prodotti, e per ulteriori informazioni riguardo ai dubbi sollevati dalla FDA su questi farmaci, potete visitare il sito www.fda.gov/hcgdiet).

I (presunti) vantaggi dell’HCG

L’HCG è un ormone prodotto dalla placenta umana durante la gravidanza; i prodotti che affermano di contenere l’ormone HCG tipicamente sono pubblicizzati insieme a una dieta a ridottissimo contenuto calorico, che di solito limita l’assunzione di calorie a sole 500 al giorno. Molti di questi famosi prodotti a base di HCG affermano di “ripristinare il metabolismo”, di essere in grado di cambiare “le abitudini alimentari errate” e di far perdere dai 9 ai 15 chili in 30-40 giorni.

“Questi prodotti sono pubblicizzati con affermazioni incredibili e la gente pensa che, se sta perdendo peso, allora l’HCG funziona sicuramente” afferma Elizabeth Miller, direttore del Dipartimento per i farmaci senza obbligo di ricetta e le frodi farmaceutiche della FDA. “Ma i dati non provano in alcun modo queste affermazioni: gli eventuali cali di peso sono da attribuire alla drastica limitazione del numero di calorie assunte e non all’HCG.

L’HCG è approvato dalla FDA come farmaco con obbligo di ricetta per la terapia dell’infertilità femminile e di altre patologie, non è invece approvato per la perdita di peso.

L’HCG non è approvato come farmaco da banco per nessun utilizzo.

Una dieta potenzialmente pericolosa

Vivere assumendo soltanto 500 calorie al giorno non è solo malsano, secondo gli esperti della FDA è anche pericoloso. Chi inizia a seguire una di queste diete restrittive corre un rischio maggiore di soffrire di calcoli alla cistifellea, di squilibrio degli elettroliti che permettono ai muscoli e ai nervi di funzionare correttamente e di aritmie cardiache.

Shirley Blakely, nutrizionista presso il Centro per la salute alimentare e la nutrizione applicata della FDA, fa eco ai timori relativi a queste diete restrittive. Afferma che possono essere pericolose e potenzialmente letali.

I medici a volte prescrivono le diete a bassissimo contenuto calorico ai pazienti che soffrono di obesità da media a grave, come integrazione della terapia delle patologie causate dall’obesità, come l’ipertensione. Tuttavia, anche in questo caso, “la supervisione medica rigorosa e costante è necessaria per garantire che gli effetti collaterali non mettano in pericolo la vita del paziente” afferma la Blakely.

Senza la supervision medica, i consumatori che seguono una dieta a bassissimo apporto calorico potrebbero non assumere una quantità sufficiente di vitamine, sali minerali e, cosa ancor più grave, di proteine.

“In generale, l’apporto calorico medio è pari a 2.000 calorie” afferma la Blakely. “Se volete dimagrire, potete ridurre l’apporto giornaliero di 500 calorie. Nel corso di una settimana, avrete quindi tagliato 3.500 calorie, che equivalgono a circa mezzo chilo perso. Per dimagrire è necessario procedere con gradualità.”

Tutto iniziò qualche decennio fa…

La dottoressa Miller spiega che l’ormone HCG fu pubblicizzato per la prima volta come farmaco dimagrante negli anni Cinquanta. “Però, negli anni Settanta, sembrava quasi scomparso, soprattutto quando diventò evidente che non c’erano prove sufficienti ad avvalorarne l’uso come farmaco dimagrante”.

Questa dieta, però, è ora ritornata in auge e la FDA e la FTC stanno prendendo provvedimenti sui prodotti illegali a base di HCG. “Non si possono vendere come farmaci da banco quei prodotti che dicono di contenere l’ormone HCG: si tratta di prodotti illegali” afferma Brad Pace, capo e consulente legale del Dipartimento per le frodi farmaceutiche e la sensibilizzazione dei consumatori della FDA. “Se le aziende non rispetteranno i nostri avvertimenti, potrebbero trovarsi ad affrontare azioni impositive, a pagare ammende o ad affrontare azioni legali.”

Elisabeth Walther, farmacista presso la FDA, spiega che l’agenzia non valuta la sicurezza o l’efficacia dei prodotti omeopatici e non è a conoscenza di prove scientifiche che supportino l’efficacia dell’omeopatia. Tuttavia quei farmaci che soddisfano determinate condizioni imposte dalla FDA possono essere messi in commercio e pubblicizzati. Un documento di riferimento, chiamato Homeopathic Pharmacopoeia of the United States, elenca i principi attivi che possono entrare nella composizione dei farmaci omeopatici.

“L’HCG non è presente nell’elenco e quindi non può essere venduto legalmente come farmaco omeopatico per nessuna finalità” afferma la Walther.

La FDA consiglia ai consumatori che hanno acquistato prodotti dimagranti omeopatici a base di HCG di smettere di usarli, gettarli via, smettere di seguire le indicazioni relative alla dieta e riferire gli eventuali effetti collaterali al proprio medico o farmacista.

Traduzione a cura di Elisa Bruno

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Tiziano

    Io ho fatto questa dieta per 22 giorni e ho perso 14 Kg. E’ stata veramente dura perché si mangia molto poco e penso che le gocce di HCG facciano diminuire la sensazione di appetito. Avrei dovuto fare altri 20 giorni di mantenimento per arrivare gradualmente a mangiare come prima (lo scopo è che devono passare 40 giorni circa per fare “memorizzare” al corpo il nuovo tipo di metabolismo.
    Mi sono accorto che nell’urina e nel sudore c’era del grasso, a me pareva grasso, non ho toccato l’urina ma a vista lo sembrava. Passandomi una mano sulla fronte invece rimaneva proprio unta ….
    Mi è servita molto per “educarmi” al cibo. Ho scoperto (sarò ignorante, ma non lo sapevo) che il cibo è come una droga, cioè senti proprio la voglia “pazza” di cibo e ho scoperto che è una crisi di astinenza, quando la superi non ne hai più voglia e dopo un periodo così ho cambiato anche gusti alimentari. I dolci mi piacciono molto meno ad esempio e riconosco in loro “il veleno”, “la droga” …. In questo senso affermo che è educativo.
    Ho passato momenti vicino allo svenimento, anche perchè acquistato via internet non ho avuto nessun consiglio e quindi ho fatto la dieta ferrea mentre penso che dipenda anche dalla quantità di attività fisica che si fa durante il giorno. Comunque a volte ho sentito proprio la pressione molto bassa e poca voglia di fare qualsiasi cosa.
    Certo è che la bilancia mi dava GRANDE soddisfazione ogni giorno e mi compensava della sofferenza.
    Effetti collaterali non ne ho avuti (forse mi si è ingrossato un pò il pene – non sto scherzando … e forse i pettorali ma non ne sono sicuro di questo).
    La mia vicina di casa invece ha perso anche lei molti chili, meno di me, ma dice che ora soffre di un dolore alle ossa della gamba e lo associa a quello “secondo lei consuma le ossa” ma non penso sia vero.
    Anche mia moglie l’ha fatta la stessa dieta ma ha perso solo 9 kg in 20 giorni e non mi pare abbia avuto effetti collaterali ( a parte la debolezza mentre la fai).
    Io consiglio di farla seguiti da un medico oppure nulla.
    Però sono sicuro che con poche calorie al giorno dimagrisce chiunque … sono i morsi della fame (l’astinenza) che è da superare.
    Io ero 104 kg e dopo 20 giorni pesavo 86: qualche taglia in meno di vestiti e più rispetto da parte delle persone (forse questo dipende anche dal mio atteggiamento verso me stesso, ma non solo).
    Ora ho ripreso 8 Kg (dopo 7 mesi).
    Non ho più intenzione di rifarla (ho comunque paura dei prodotti chimici) ma penso che calerò le calorie (io di solito mangio finchè ho fame … dopo 20 minuti mi accorgo di aver mangiato troppo).
    E’ una questione di educazione alimentare.

    1. admin

      La ringrazio della sua testimonianza; non condivido questo approccio, ma sono d’accordo con lei quando scrive che “con poche calorie al giorno dimagrisce chiunque”.
      Grazie ancora.

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.