Peso Forma NonAssimil: uso, prezzo e recensione. Funziona?

by admin
Giudizio:
Tag: PesoForma

Link sponsorizzati

NonAssimil

NonAssimil

PesoForma NonAssimil è una nuova referenza della linea PesoForma, in grado di coadiuvare le diete dimagranti nell’ottica di una maggior perdita di peso.

Posologia ed uso

PesoForma NonAssimil prevede l’assunzione di 2 compresse al giorno, 1 prima del pranzo e 1 prima della cena.

Prezzo

L’integratore, destinato principalmente alla vendita nella grossa distribuzione, avrà un prezzo al pubblico consigliato di € 8.55 per la confezione da 28 compresse (2 settimane di trattamento, a € 0.61 al giorno).

Composizione ed ingredienti

Vediamo quali sono gli ingredienti naturali e di loro principi attivi di maggiore interesse in PesoForma NonAssimil.

  • Tè verde;
  • Papaya;
  • Ginseng;
  • Fagiolo bianco;
  • Ananas;
  • Guaranà.

Del tè verde (Camellia sinensis) vengono utilizzate le foglie e a volte anche il bocciolo. L’estratto secco utilizzato in questi prodotto è stato arricchito in caffeina in una percentuale del 10%, ed infatti la caffeina e la teobromina ne sono i componenti attivi principali. Le proprietà del tè verde sono abbastanza note e riguardano l’attivazione del sistema nervoso simpatico attraverso la stimolazione della produzione di alcuni neurotrasmettitori. Questo meccanismo fa sì che si abbia un aumento del metabolismo basale (aumento del consumo energetico di base). Sembra, anche se non è ancora confermato da studi rigorosi, che il consumo regolare del tè possa aiutare a tenere sotto controllo il tasso dei trigliceridi e del colesterolo nel sangue.

La polvere liofilizzata di papaya (Carica papaya) presente in PesoForma NonAssimil è ricavata dal frutto, anche se molto spesso oltre al frutto viene utilizzata la foglia. La papaya è di origine sud americana, ma oggi è coltivata in molte parti del mondo; l’estratto contiene buone quantità di papaina (ed altri enzimi di struttura simile), un enzima che scinde le proteine a lunga catena e quindi le rende più digeribili. E’ inoltre ricco di vitamina C, carotenoidi e selenio che conferiscono alla papaya ottime proprietà antiossidanti. Sono presenti anche molti sali minerali. La papaya ha quindi buone proprietà digestive, conosciute anche dagli indigeni, ed attualmente è utilizzata anche per trattare la cellulite in quanto si pensa che l’azione proteolitica avvenga anche a livello del tessuto adiposo, questo grazie alla sinergia tra enzimi e flavonoidi, anch’essi presenti nell’estratto.

L’estratto secco di Ginseng (Panax ginseng) viene ricavato dalla radice. E’ una pianta di origine orientale, che vive anche in Nord America ed in climi freddi, infatti ne si trova in una diversa varietà anche in Siberia, dove viene chiamata con un altro nome (Eleuterococco). La varietà di ginseng che si trova maggiormente in commercio è comunque quella che proviene dal Vietnam. Affinché la radice sia pronta per essere lavorata, la pianta deve avere almeno sei anni di vita. Il ginseng in Oriente è utilizzato come una panacea per tutti i mali, le diverse proprietà della pianta sono dovute alla presenza di ginsenosidi (il prodotto qui è arricchito in 12% di tali sostanze), chimicamente terpeni, che gli conferiscono un’azione tonica generale, potenziando le prestazioni fisiche ed intellettuali. Aiuta a combattere la fatica ed i dolori dovuti alla produzione di acido lattico durante lo sforzo muscolare. Il ginseng agisce anche sulle ghiandole corticosurrenali esercitando un’azione stimolante sugli organi sessuali e sul sistema libidinoso. In Germania il ginseng è considerato un fitofarmaco e non un semplice integratore, pertanto la sua assunzione avviene sotto controllo medico.

L’estratto secco di fagiolo bianco (Phaseolus vulgaris) si ricava dal bacello. E’ ricco di fibre e proteine vegetali, fra le quali la più nota è la faseolamina, appartenente alla famiglia dei flavonoidi. Il meccanismo di azione ipotizzato prevede che sia in grado di rallentare l’assorbimento degli zuccheri a livello intestinale, in quanto sono inibitore l’azione delle alfa-amilasi, enzimi pancreatici che hanno la funzione di metabolizzare gli amidi, cioè di scinderli in molecole più piccole e quindi assimilabili dall’intestino. Il ridotto assorbimento di zuccheri fa sì che il fagiolo bianco sia molto utilizzato nella cura dell’obesità e del sovrappeso in generale, da cui la presenza di PesoForma NonAssimil. Il suo uso va molto di moda negli ambienti di bodybuilding e fitness estremo, anche se ad oggi mancano studi rigorosi sull’uomo in grado di dimostrare queste proprietà.

L’estratto secco di ananas (Ananas sativus) è ricavato dal gambo della pianta, che ha origine nell’America Centrale. La bromelina, la sostanza attiva dell’ananas, si ricava principalmente dal gambo perché qui è più concentrata ed ha una maggiore facilità di estrazione. Il meccanismo di azione della bromelina è molto simile a quella della già citata papaina: è in grado di scindere le proteine a catena lunga in amminoacidi a catena più corta, rendendoli assimilabili. La bromelina possiede anche un’attività antiinfiammatoria, molto utile in caso di edemi. L’ananas è spesso usato insieme alla papaya per trattare la cellulite e la ritenzione idrica.

Dai semi di guaranà (Paullinia cupana) si ricava un estratto secco molto ricco in caffeina, a cui si devono una buona parte delle sue proprietà, e i tannini. In questo prodotto l’estratto è stato arricchito per un 2,5% in caffeina. La caffeina del guaranà è più nota come guaranina, perché si prende in considerazione il fitocomplesso piuttosto che la molecola della caffeina pura; sembra in effetti che l’effetto del guaranà sia più duraturo rispetto a quello esercitato dal caffè. Il guaranà aiuta la combustione dei grassi di deposito aumentando il metabolismo basale delle cellule favorendo l’eliminazione dei grassi immagazzinati dall’organismo. E’ anch’esso, come altre piante contenute nel prodotto, un ottimo stimolante e tonico.

Controindicazioni

Dato l’elevato contenuto in caffeina e, più in generale, di stimolanti, ritengo PesoForma controindicato in tutti i soggetti sensibili a queste sostanze, cardiopatici e soggetti ansiosi.

Opinioni e pareri: funziona?

L’avete provato? Che risultati avete avuto con PesoForma NonAssimil? Avete dei dubbi? Scrivete tutto nei commenti!

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Anonymous

    Pesoforma triangolo si può assumere dopo i pasti? Se uno non fa colazione al mattino??

  2. Anonymous

    Quanto tempo prima dei pasta bisogna assumerlo?e dopo aver assunto la compressa posso bere 2 bicchieri colmi d acqua?grazie

  3. Cristiana

    Io vorrei sapere se peso forma triangolo verrà sostituito con un’al prodotto uguale visto che nn si trova più grazie

    1. admin

      Purtroppo non glielo so dire, proverei a contattare direttamente l’azienda produttrice.

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.