Bruxcel Dren: uso, prezzo e recensione. Funziona?

by admin
Giudizio:
Tag: PoolPharma

Link sponsorizzati

Bruxcel Dren, integratore liquido prodotto e commercializzato da PoolPharma, è una bevanda liquida da diluire in grado di stimolare la diuresi parallelamente ad un effetto depurativo favorito dagli estratti vegetali contenuti.

Bruxcel Dren

Bruxcel Dren (Credit: www.poolpharma.it)

Posologia ed uso

La posologia consigliata prevede la diluizione di 40 ml di prodotto in 1 l di acqua, da assumere poi nell’arco della giornata.

Prezzo

Bruxcel Dren viene venduto ad un prezzo consigliato di € 19.50 per il flacone da 500 ml, in grado di coprire circa 12 giorni di assunzione (circa € 1.50 al giorno).

Composizione ed ingredienti

Vediamo quali sono gli ingredienti di maggiore interesse che troviamo in Bruxcel Dren:

  • Tè verde;
  • Cardo mariano;
  • Finocchio;
  • Pilosella;
  • Centella asiatica;
  • Ribes nero;
  • Carciofo;
  • Betulla;
  • Tarassaco;
  • Bardana;
  • Guaranà;
  • Matè;
  • Ortosiphon.

Da notare che in questo prodotto quasi ciascun estratto secco utilizzato è stato arricchito in principio attivo della pianta di provenienza, questo per potenziarne l’azione.

Il tè verde (Camellia sinensis, detto anche tè vergine) è una delle piante più note ed usate ultimamente in prodotti fitoterapici ed integratori alimentari. e Bruxcel non fa eccezione. L’estratto secco, ricavato principalmente dal bocciolo e dalle due prime foglie dei rami, è ricco di principi attivi fra i quali i più importanti sono la caffeina e i polifenoli, che agiscono in modo sinergico sulle catecolamine, neurotrasmettitori come l’adrenalina, stimolandone la produzione; in questo modo viene esercitata un’azione stimolante ed eccitante sul sistema nervoso. Una maggiore quantità di questi neurotrasmettitori in circolo non solo migliora il tono dell’umore, ma influisce anche sulla termogenesi, innalzandola, e favorisce così l’eliminazione del grasso superfluo. Molti studi stanno dimostrando che il consumo regolare di tè verde diminuisce in modo significativo il tasso di lipidi nel sangue ed in particolare del colesterolo cattivo.

Il cardo mariano (Silybum marianum) è una pianta utilizzata solitamente per trattare l’insufficienza epatica e la cirrosi. La sua azione si esplica quindi prevalentemente a livello del fegato ed il suo uso è indicato per prevenire la formazione dei calcoli biliari, è utilizzata tra l’altro per contrastare mestruazioni troppo abbondanti, infatti il suo estratto possiede proprietà emostatiche. Il complesso di sostanze responsabili dell’attività della pianta è chiamato silimarina; esso agisce sulle cellule danneggiate del fegato restaurandone la capacità metabolica. Il cardo mariano è un eccellente drenante epatico.

Il finocchio (Foeniculum vulgare) è da sempre usato per trattare problemi digestivi: colite, gastrite, aerofagia, dolori addominali, gonfiori intestinali, … L’estratto secco si ricava dai semi, in realtà frutti, estratto, ricco di un olio essenziale costituito prevalentemente da anetolo che gli dona il caratteristico profumo. Il finocchio impedisce il processo di fermentazione degli alimenti in fase digestiva evitando così la formazione di aria. Spesso lo si trova abbinato alla menta in prodotti prettamente digestivi, questo perché la menta ne rafforza le proprietà.

La pilosella (Hieracium pilosella) è indicata per trattare la ritenzione idrica e l’edema agli arti inferiori. Per ottenere l’estratto secco si utilizza tutta la pianta esso contiene flavonoidi, sostanze in grado di dare un effetto diuretico. La sua azione si esplica anche sui tessuti in quanto aiuta il drenaggio dei sali minerali (effetto declorurante) molto utile in caso di gonfiore alle estremità. L’estratto di pilosella inoltre contiene umbelliferone, sostanza in grado di stimolare anch’essa la funzione epatica.

La Centella asiatica (Hidrocotyle asiatica), altro principio attivo chiave di Brucxcel Dren, è spesso utilizzata per trattare vene varicose, varici e cicatrizzazioni difficili. Questa pianta proviene dall’India ed è conosciuta da molto tempo nella medicina ayurvedica per la sua azione tonificante e depurativa soprattutto a livello cutaneo. La sua azione vasoprotettrice avviene favorendo il tono delle pareti dei vasi, diminuendo quindi la stasi venosa e favorendo il ritorno venoso dalla periferia al cuore. La Centella interviene nel favorire la sintesi del collagene tramite la sua azione sui due amminoacidi coinvolti in questo processo, l’alanina e la prolina; un maggiore apporto di collagene sicuramente previene la formazione di varici e porta ad una diminuzione di peso agli arti inferiori, dei crampi e dell’edema. Per questa sua azione drenate viene usata spesso per trattare la cellulite.

Il Ribes nero (Ribes nigrum) è indicato per trattare i dolori reumatici ed articolari, l’artrosi e la gotta. Il suo estratto si ricava dalle foglie che sono ricche di flavonoidi (rutoside ed iperoside), di vitamine (in particolare la C e la P), di tannini. Oltre ad essere antireumatico ed antiinfiammatorio possiede anche proprietà diuretiche.

Anche il carciofo (Cynara scolymus), come altre piante contenute in Bruxcel Dren, svolge un’azione importante sul fegato, difatti è spesso usato per trattare le affezioni epatobiliari, la cattiva digestione e la stitichezza. L’estratto secco si ricava dalle foglie ed è ricco di cinarina, che dal punto di vista chimico è un policarburo aromatico; questa sostanza svolge un’azione coleretica, cioè aumenta la secrezione di bile. Ecco perché il carciofo viene usato in caso di problemi digestivi. L’estratto comunque contiene anche steroli e sali minerali che agisco insieme alla cinarina aumentandone l’attività.

Anche la betulla (Betula pendula) viene indicata per trattare la gotta, gli edemi e per prevenire la formazione di calcoli renali. L’estratto secco si ricava dalle foglie che sono ricche di flavonoidi, in particolare iperoside, che le donano un’azione diuretica e depurativa in generale. E’ indicata anche per i dolori reumatici perché favorisce l’eliminazione dell’acido urico. Viene spesso impiegata per trattare la ritenzione idrica associata al ciclo mestruale.

Il tarassaco (Taraxacum officinale) è una pianta depurativa e viene impiegata per prevenire la formazione di calcoli biliari e renali. Il suo impiego è sicuro in quanto non sono tutt’ora noti effetti collaterali o controindicazioni. L’estratto si ricava dalla radice e contiene molte sostanze tra le quali le più note sono: alcoli triterpenici (tra i quali il tarasserolo), steroli, vitamine, inulina e sali minerali. Stimola la produzione di bile e l’attività del fegato.

La bardana (Lappa major) è spesso indicata per trattare l’acne, l’eczema, infezioni cutanee. Il suo estratto proviene dalla radice e contiene una buona quantità di inulina, un glucide simile all’amido, che ha un’azione confrontabile con quella della penicillina. Sono presenti anche dei polieni, sostanze dalla discreta attività antibatterica ed antimicotica. E’ per questo che la pianta viene usata spessissimo per trattare le affezioni della pelle come la psoriasi. Possiede anche un’azione depurativa e drenante conferitale dagli acidi alcolici anch’essi presenti nell’estratto.

Il guaranà (Paullinia cupana), non l’unico tonico presente in Bruxcel Dren, viene utilizzato per trattare l’obesità ed il sovrappeso così come il calo dell’umore. Proviene dall’Amazzonia, l’estratto si ricava dai semi e contiene: guaranina, acido tannico, destrina, pectina per citarne alcuni fra i tanti principi attivi presenti. La guaranina, simile alla caffeina, accelera la combustione dei grassi e ne favorisce l’eliminazione dai depositi, inoltre aumenta il metabolismo basale delle cellule. Esercita anche un’azione stimolante molto efficace: combatte lo stress mentale e fisico oltre che controllare il senso di fame.

Il Maté (Ilex paraguariensis) viene utilizzato per contrastare la tendenza al sovrappeso e gli attacchi di fame. E’ una pianta proveniente dall’America del Sud dalle cui foglie si ricava un estratto ricco di: xantine (caffeina e teobromina, presenti anche nel tè verde e nel caffè verde), polifenoli e vitamine. L’azione dell’estratto è duplice perché agisce sul metabolismo basale aumentando la termogenesi ed anche sul senso di sazietà. Il matè sembra possedere altre proprietà come quella antiossidante, ipocolesterolimizzante ed epatoprotettiva che lo rendono molto indicato per accompagnare diete ipocaloriche prescritte per il sovrappeso e per problemi di salute più contingenti.

L’Ortosiphon (Orthosiphon stamineus) è da sempre indicato per trattare e prevenire i calcoli renali e biliari e per favorire la diuresi. L’estratto secco si ricava dalle foglie e contiene flavonoidi, polifenoli, oli essenziali e potassio; l’insieme di queste sostanze costituisce il fitocomplesso responsabile della notevole azione diuretica; la presenza di molti sali minerali impedisce però una loro dispersione che a lungo andare risulterebbe dannosa per l’intero organismo. In generale la pianta ha un’attività anche drenante e può prevenire le recidive di coliche nefritiche. L’Ortosiphon non dà effetti collaterali anche se assunto a lungo,è molto consigliato per accompagnare diete dimagranti per agevolare la funzione renale ed epatica. Recenti studi hanno messo in evidenza come questa pianta sia efficace anche nell’abbassare il tasso di colesterolo.

Controindicazioni

Non sono associate particolari controindicazioni a Bruxcel Dren, si raccomanda tuttavia cautela nei pazienti in trattamento cronico con farmaci, per la presenza di numerosi estratti vegetali, potenzialmente in grado di interagire con altri medicinali.

Opinioni e pareri: funziona?

Avete provato Bruxcel Dren? Che risultati avete avuto? Avete dei dubbi? Scrivete tutto nei commenti!

Link sponsorizzati

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Leave a Reply

Eventuali risposte NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali e come tali suscettibili di smentita.